giovedì 01.09.2016
caricamento meteo
Sections

Rifiuti, siti contaminati


Cosa fa la Regione

La Regione redige Linee Guida o altri atti normativi per uniformare i procedimenti di bonifica e la trasmissione di informazioni tra privati ed enti pubblici

 

Linea Guida per l’utilizzo dell’applicativo GSI – Gestione dei Siti Contaminati

 

La Regione Emilia-Romagna con DGR n. 1106 dell’11 luglio 2016  ha istituito l’Anagrafe regionale dei Siti da Bonificare.

Il popolamento dei dati, compresa la loro validazione e aggiornamento, sarà compito principalmente di Arpae e dei Comuni capoluogo di Provincia, oltre che dei Comuni territorialmente competenti delle aree contenute nei Siti d’interesse Nazionale (SIN).

Fa parte integrante della DGR la Linea Guida per l’utilizzo dell’applicativo GSI – Gestione Siti Inquinati.

- Linea Guida per l’utilizzo dell’applicativo GSI 

 

Linee guida relative ai procedimenti di bonifica dei siti contaminati e modulistica

 

La redazione di questa Linea Guida nata dalla collaborazione tra Regione Emilia Romagna e il Gruppo di Lavoro con le Province, istituito con DD. 10442/2011, si pone l’obiettivo di uniformare nel territorio regionale il comportamento degli enti coinvolti nei procedimenti di bonifica, e al tempo stesso fornire ai soggetti attuatori la modulistica necessaria alla gestione delle diverse fasi procedimentali, dalla comunicazione iniziale alla certificazione delle attività svolte, previste dal D.Lgs n. 152/06, Parte IV .

La linea Guida e la modulistica, approvate con DGR n. 1017/2015, costituiscono pertanto a livello regionale, gli strumenti di riferimento a cui devono attenersi sia gli enti coinvolti che i soggetti obbligati/attuatori,  nello svolgimento delle varie fasi del procedimento di bonifica.

In seguito all’abolizione delle Provincie e all’emanazione della LR n. 13/2015 di riforma del sistema di Governo regionale, che ha ridefinito i ruoli e le competenze degli Enti e delle agenzie, la Regione Emilia Romagna con DGR n. 2218/2015 ha provveduto ad aggiornare le linee guida e la modulistica; si evidenzia che i procedimenti ex DM 471/99 sono rimasti in capo ai Comuni mentre i procedimenti ex D.Lgs. 152/2006 sono di competenza di Arpae.

 

 

 “Linea Guida Operativa per il campionamento, il trasporto e l’analisi dei gas interstiziali nei siti contaminati”


soil gas

Nell’ambito del procedimento di bonifica di un sito contaminato, spesso è richiesta la valutazione dei rischi connessi con la presenza di sostanze pericolose che, prima di essere bonificate o allontanate dal sito, permangono nella matrice “sorgente” con la possibilità di migrare ed eventualmente colpire bersagli umani e ambientali limitrofi.

Al fine di definire i rischi connessi al permanere di queste sostanze e per individuare gli obiettivi di bonifica, si utilizzano modelli matematici; nel caso delle sostanze volatili, essendo i modelli complessi, facilmente la loro applicazione può portare a valutazioni con margini di errore non accettabili.

Per tale motivo,  il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nota prot. 29706/TRI del 18 gennaio 2014, ha trasmesso le linee guida per l’applicazione dell’analisi di rischio sito specifica, prevedendo l’utilizzo delle misure in campo di soil gas, dell’aria indoor e outdoor, per la verifica dei dati ottenuti con i modelli matematici, relativamente alla volatilizzazione.

Arpa ER ha prodotto delle linee guida relative a tali misurazioni, in linea e sintonia con altre elaborate in altre agenzie regionali, che sono state valutate e validate dal Gruppo di Lavoro con le Province, coordinato dalla Regione Emilia Romagna.

Le linee guida sono state approvate dalla regione con Deliberazione n. 484 del 5 maggio 2015.

Per approfondimenti:

Linee guida soil gas

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/05/2015 — ultima modifica 21/07/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it