lunedì 15.10.2018
caricamento meteo
Sections

Difesa del suolo, servizi tecnici e autorità di bacino

Servizio Area Affluenti Po - Partecipazione all’esercitazione di protezione civile nell’Appennino Piacentino

Importante esercitazione sui rischi sismico e idrogeologico in Val Nure e Val Chero

Nei giorni 25 e 26 maggio si è svolta nel Piacentino un’importante esercitazione di rilevanza Regionale di Protezione Civile denominata  “UNIONE VALNURE e VALCHERO 2018”.  L’ evento è stato organizzato dalla Regione Emilia-Romagna di concerto con l’Unione VALNURE e VALCHERO (PC) ed il coinvolgimento delle Strutture operative dei Vigili del Fuoco, 118, Volontariato di Protezione Civile e Forze dell’ordine, presso i Comuni afferenti all’Unione (San Giorgio Piacentino, Carpaneto, Vigolzone, Podenzano, Ponte dell’Olio e Gropparello).

 I funzionari tecnici del Servizio Area Affluenti Po hanno contribuito, insieme a quelli del Servizio e prevenzione e gestione emergenze e Coordinamento Interventi urgenti e messa in sicurezza, sia nell’organizzazione, sia  nella partecipazione sul campo durante le due giornate di esercitazione. In particolare sono stati impegnati nello svolgimento delle fasi relative allo svolgimento di funzioni tecniche di valutazione dei rischi indotti e la fase di censimento dei danni ed agilità post – evento delle costruzioni.

  • Marchi, Panizzari e Zanolini hanno partecipato al CCS allestito a Podenzano nel ruolo di referente dei rischi indotti (frane). Sulla base di quanto comunicato dalla squadra di rilevamento sul territorio, hanno programmato le azioni successive (es.: attivazione di una S.U. per garantire il libero deflusso delle acque di un corso d’acqua invaso dalla frana); 
  • Truffelli  e Villa sono stati i componenti della squadra di rilevamento delle frane sismoindotte che si sono verificate nel territorio (in particolare nel comune di Gropparello), comunicando con il CCS attraverso le radio (i sistemi di comunicazione telefonica erano interrotti) e mandando foto e dati geometrici delle frane rilevate in tempo reale attraverso l’applicativo Moka appositamente realizzato dall’Agenzia di BO e testato per l’occasione; 
  • Perazzi  ha fatto parte della squadra di ingegneri che ha rilevato l’agibilità di edifici strategici, quali la  Clinica San Giacomo di Ponte dell’Olio e la scuola di Carpaneto;

All’esercitazione hanno partecipato, tra gli altri, anche i colleghi del Servizio  Coordinamento Interventi urgenti, Giacopelli, Magnani e Patrizi, e del Servizio Prevenzione e gestione emergenze, Costantino, Rabeschi e Galluccio.

Nel corso dell’esercitazione sono stati simulati l’istruzione di richieste di interventi provvisionali urgenti e di messa in sicurezza, la verifica e  l’attivazione dei piani di emergenza sismica delle dighe, delle strutture ospedaliere e degli stabilimenti a rischio di incidente rilevante, la stima dell’impatto sociale ed economico del terremoto, il raccordo  con l'Unita di crisi - Coordinamento regionale UCCR-MiBAC, per conoscere i danni al patrimonio culturale mobile e immobile, l’acquisizione di dati satellitari e da aeromobili, la definizione del quadro complessivo del terremoto accaduto e gli effetti indotti mediante la costruzione di un report di evento, la predisposizione di cartografia tematica.

 Nella giornata di sabato è intervenuto , alla presenza dell’Assessore Paola Gazzolo, il Direttore del volontariato e risorse del servizio nazionale della Protezione Civile nazionale, Roberto Giarola che ha espresso pieno apprezzamento per l’iniziativa.  

Per approfondimenti:

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/05/2018 — ultima modifica 28/05/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it