Geologia, sismica e suoli

Descrizione Sistema Informativo Sismica (SIS)

architettura e funzionalità

Architettura del sistema

Domini applicativi

Il Sistema mette in relazione differenti domini applicativi e svolge funzioni specifiche in ogni dominio:

  • Utente esterno (committente, professionista) – questa parte del dominio applicativo prevede la presentazione della domanda per l’autorizzazione/deposito progetto strutturale e tutti i suoi allegati tecnici, così come previsto dalla LR 19/2008 e atti di indirizzo.
  •  Comune (accettazione, funzionari comunali SUE/SUAP, tecnici delle Strutture Tecniche di Controllo) – interagisce con il dominio precedente e permette alla pratica di proseguire il suo iter verso la fase istruttoria/archiviazione/sorteggio, permette la gestione degli eventi dell’istruttoria e la consultazione alle banche dati/archivi documentali necessarie alla gestione delle pratiche;
  • Regione (funzionari regionali) – interagisce con i domini precedenti, permette la gestione delle informazioni, degli stati della pratica in fase d’istruttoria, permette il monitoraggio di tali eventi in relazione ai dati.

Componenti

Componenti SISIl sistema è composto da una base dati regionale ed un’applicazione web per l’inserimento dei dati/allegati.

Il sistema si configura essenzialmente in due ambienti applicativi:

  • lato front-end , un’applicazione basata su Web, permette all’utente una diretta interrazione con il sistema, per compilare la modulistica necessaria, fornire gli allegati necessari, visionare dati e documentazione di progetto, ecc.

  • lato back-end, un’applicazione di supporto per i servizi del front-end, che permette di gestire l’istruttoria e svolgere monitoraggio, integrata con i sistemi regionali dedicati all’autenticazione, protocollazione informatica, archiviazione digitale (gestione informatica dei documenti), ed altre risorse necessarie per il funzionamento del sistema, avendo la capacità di gestire comunicazioni con tali risorse, passando attraverso l’alimentazione di una banca dati dedicata alle informazioni.

Integrazione con altri sistemi

Il SIS è integrato con i seguenti sistemi:

  • Sistemi di autenticazione SPID e FedERa
  • Sisetma di archiviazione e conservazione documenti digitale ParER
  • Sistema di protocollazione e archiviazione atti regionale Auriga

 

sistema di gestione delle identita digitaliFedERa - Federazione degli Enti dell'Emilia-Romagna per l'Autenticazione

Il progetto FedERa è promosso dalla Regione Emilia-Romagna e condotto dalla società Lepida S.p.A. per far sì che cittadini e imprese possano disporre di un’autenticazione federata, tramite la quale accedere ai servizi on line forniti da tutti gli enti locali dell'Emilia-Romagna.  Il sistema FedERa consente agli utenti, con un’unica credenziale di autenticazione, e registrandosi una sola volta, di accedere a tutti i servizi on line messi a disposizione dai vari enti che aderiscono alla federazione

FedERa permette l'accesso al SIS da parte di tutti gli utenti, in base ad un livello di autenticazione forte.

SPID- Sistema Pubblico di Identità Digitale

SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, è gratuito e ti permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un'unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

l'account viene rilasciato in base al riconoscimento della presona attraverso una delle tre modalità: riconoscimento di persona, riconoscimento tramite web cam e riconoscimento on line tramite smart card o firma digitale.

Per effettuare la registrazione sono necessari: un indirizzo e-mail, un numero di telefono del cellulare in uso, un documento di identità valido, la tessera sanitaria/ codice fiscale. La registrazione per l'account SPID è consentita solamente ai cittadini italiani, residenti in italia o all'estero.

PaRER: Polo Archivisto Regionale dell'Emilia-Romagna

Sistema archiviazione digitale RERParER nasce per conservare in un sistema sicuro ed evoluto, nel pieno rispetto della normativa vigente e degli standard internazionali, il patrimonio documentale informatico dell’intero territorio regionale, sottraendolo ai rischi legati all’obsolescenza tecnologica e alla sottovalutazione delle procedure di salvaguardia, con la possibilità di ampliare i servizi anche nell'ambito della gestione documentale e della dematerializzazione dei processi. In particolare, i principali obiettivi perseguiti col suo operato sono:

  • il contenimento dei costi di funzioni particolarmente onerose per l’ente produttore, evitando la nascita e il moltiplicarsi di analoghe strutture finalizzate alla conservazione e alla fornitura di servizi di gestione documentale;
  • il presidio tecnologico e organizzativo su attività che implicano professionalità, risorse e strutture adeguatamente formate e pianificate.
  • per ulteriori informazione consultare il Sito ufficiale ParER

 

Auriga - Protocollo Informatico Regionale 

I documenti digitali veicolati attraverso il SIS e le comunicazioni tra utenti esterni e la struttura regionale  sono:

  • protocollati e archiviati in automatico
  • inviati attraverso PEC

La documentazione riguardante le pratiche sismiche potrà essere visionata da parte del personale regionale, attraverso entrambi i sistemi SIS ed Auriga.
Gli altri utenti potranno scaricare tutti i documenti attraverso l'interfaccia del SIS. 

 

Funzionalità

Scenario generale

I tre domini applicativi e le componenti applicative hanno lo scopo di gestire tutte le fasi di compilazione, invio, accettazione, gestione e monitoraggio delle informazioni riguardanti le pratiche sismiche.

Tale processo si esplica nelle seguenti attività:

  1. compilazione della domanda deposito/autorizzazione, generazione della modulistica in base ai dati inseriti e upload dei moduli/documenti firmati digitalmente; invio della domanda comprensiva di allegati di progetto verso SUE/SUAP del Comune di competenza;
  2. accettazione della domanda da parte dell’amministrazione comunale (SUE/SUAP), con invio verso la Struttura Tecnica per il Controllo delle pratiche sismiche;
  3. avvio dell’istruttoria e gestione di eventuali sospensioni ed interruzioni per richiesta di integrazioni da parte delle Strutture Tecniche di Controllo (regionali, comunali, associazioni)
  4. richiesta di eventuali integrazioni in corso d’istruttoria (da parte delle STC/STB)
  5. compilazione ed invio di documentazione integrativa da parte del professionista
  6. rilascio della autorizzazione/diniego
  7. comunicazione di inizio lavori, fine lavori e ultimazione lavori,
  8. compilazione ed invio di eventuali varianti in corso d’opera

 

Apertura pratica – invio

L’utente committente/professionista, dopo aver eseguito l’opportuna autenticazione di accesso al sistema, compila i dati necessari finalizzati alla compilazione dei moduli di asseverazione, denuncia di deposito, istanza di autorizzazione, allegando in maniera guidata gli elaborati progettuali richiesti e la documentazione necessaria per il completamento della pratica sismica. Esegue l’invio del pacchetto dati/allegati, verso il SUE/SUAP del Comune di riferimento (Accettazione). Il sistema permette l’invio di integrazioni (in fase d’istruttoria), e gestisce le richieste per varianti sostanziali e non sostanziali.

Accettazione - presa in carico della pratica

Il Comune prende in carico la richiesta attraverso il sistema inserendo i dati riguardanti la propria protocollazione, effettuando il controllo di completezza della pratica. Se la partica è accettata il SIS esegue l'invio della partica verso la Struttura Tecnica competente, esegue la protocollazione e l’archiviazione digitale della prtica, permettendo la sua visione da parte della Struttura Tecnica.

I termini della pratica scattano al momento dell'accettazione da parte del Comune.

Il sistema assegnerà la pratica al responsabile del procedimento per l’istruttoria.

Gestione istruttoria da parte della struttura regionale

Il gestionale di workflow della fase istruttoria delle pratiche sismiche tiene traccia di tutti gli eventi e delle comunicazioni relative. Il sistema permette l’assegnazione delle pratiche ai team per il controllo di merito del progetto esecutivo, permette la gestione delle richieste di integrazioni, delle sospensioni/ripresa dei tempi d’istruttoria, fino alla sua conclusione.

In fase d’istruttoria il sistema gestisce notifiche e comunicazioni attraverso la posta certificata, tra i vari attori coinvolti nella gestione delle pratiche.

Il gestionale è integrato con il sistema di protocollazione e archiviazione digitale regionale (Auriga) ed il sistema di gestione documentale della Regione, con funzionalità di classificazione e conservazione dei documenti informatici (PARER).

Integrazione con altri sistemi per l’edilizia 

In ambito regionale è in corso il progetto di sviluppo delle funzionalità all'interno della piattaforma Avvesso Unitario attualmente in uso per l'invio delle pratiche relative alle Attività produttive. 

Progettazione

Regione Emilia-Romagna
Serv. Geologico Sismico e dei Suoli
Serv. Sistema Informativo – informatico regionale

Fornitore del software
Fondazione EUCENTRE – Centro di formazione e ricerca in Ingegneria Sismica (Pavia)

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/03/23 13:00:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-27T14:33:04+02:00
Hanno contribuito: Madalina Tone

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina