Costa ferrarese, aprono i cantieri per riparare i danni dopo la mareggiata di ottobre

Stanziati 500 mila euro. Bonaccini e Gazzolo: "Avevamo promesso ad amministratori e operatori di far partire i lavori entro Natale"

Sono stati affidati ieri e partiranno la prossima settimana i primi lavori urgenti per riparare i danni provocati dalla violenta mareggiata che ha colpito la costa ferrarese a fine ottobre, erodendo una fetta di spiaggia nei Lidi di Volano e di Spina. Le operazioni messe in campo dalla Regione prevedono un investimento di 500 mila euro e saranno portate a termine entro la prossima primavera. 


Il piano per la costa ferrarese 

A Volano gli interventi che stanno per partire prevedono la realizzazione di una struttura di pali in legno e di contenitori tessili riempiti di sabbia – quasi 3 metri cubi di materiali – per ridurre l’impatto delle onde del litorale e impedire l’erosione della spiaggia. Contenitori di sabbia saranno collocati anche al Lido di Spina, inoltre in entrambe le località è previsto il ripascimento della costa con 15 mila metri cubi di sabbia ciascuna.

L’opera di messa in sicurezza della costa ferrarese prevede poi il ripristino dell’arenile e i lavori per contrastare l’erosione del Lido di Spina sud prima dell’inizio della stagione balneare quando partirà anche la sperimentazione della barriera artificiale Tecnoreef al Lido degli Scacchi. Inoltre, i tecnici della Regione sono già al lavoro per definire un Contratto di Costa triennale da condividere con enti locali, associazioni di categorie e imprenditori del ferrarese da presentare al Governo. In merito, la Regione convocherà a fine gennaio un apposito incontro a Comacchio.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/12/14 10:40:40 GMT+2 ultima modifica 2018-12-14T10:40:40+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina