Ripristino di ecosistemi, partono gli incentivi del Piano di sviluppo rurale

I contributi riguardano la rinaturalizzazione in pianura di seminativi ritirati dalla produzione agricola. Domande entro il 14 giugno 2019

E' stata approvata il 18 febbraio 2019 la Delibera di Giunta regionale n. 239 che attiva il bando relativo all’Operazione 4.4.01 “Ripristino di ecosistemi” del Piano di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020.

Con questa misura del PSR saranno finanziati interventi di:

  • piantumazione di alberi isolati o in filare, realizzazione di siepi, di boschetti, di stagni e di laghetti, di prati umidi, di complessi macchia-radura e di ambienti variamente strutturati con funzioni di collegamento ecologico;
  • realizzazione di interventi connessi alla fruizione delle aree rinaturalizzate, quali sentieri accessibili a tutti (con particolare riferimento a persone con disabilità), aree di sosta, piste di accesso, cartellonistica/segnaletica.

L’Operazione 4.4.01 è applicabile solo alle superfici agricole (aree a seminativo, prati permanenti, pascoli permanenti, aree a colture permanenti), purché collocate in pianura e con una superficie minima di 1 ettaro; sono ammissibili sia i terreni privati che i terreni pubblici, compresi quelli demaniali.

Gli interventi previsti finanziabili al 100%, mentre non sono ammissibili le spese relative all’IVA. L'importo ammesso per ogni singolo progetto può variare da 40.000 fino a un massimo di 200.000 euro.

Le domande di sostegno dovranno essere presentate alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna, esclusivamente tramite il Sistema Informativo di Agrea (SIAG), entro il 14 giugno 2019.

 

Per maggiori informazioni

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/02/21 07:55:00 GMT+1 ultima modifica 2019-02-21T07:58:01+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina