Canoni relativi ai volumi di acque minerali e di sorgente

Approvate le Direttive per l’introduzione del canone relativo ai volumi di acque minerali e di sorgente oggetto di sfruttamento in concessione

La Regione, con Delibera di Giunta n. 1833 del 28 ottobre 2019, ha approvato le “DIRETTIVE OPERATIVE PER L'INTRODUZIONE DEL CANONE RELATIVO AI VOLUMI DI ACQUA MINERALE NATURALE E DI SORGENTE OGGETTO DI SFRUTTAMENTO IN CONCESSIONE, DI CUI ALL'ART. 16 BIS, COMMA 1,DELLA L.R. N. 32/1988 E SS.MM.II..”.

La Deliberazione della Giunta regionale contiene, ai sensi dell’art. 16 bis c. 1 della L.R. 32/88, la quantificazione dei canoni; le modalità di aggiornamento, versamento e introito; le eventuali riduzioni in ragione dell'adozione di politiche produttive orientate alla mitigazione degli impatti ambientali e allo sviluppo sostenibile del territorio; le modalità ed i tempi per la comunicazione dei dati relativi ai quantitativi di acqua utilizzati e imbottigliati.

I canoni introitati sono interamente destinati ai Comuni, sul territorio dei quali, insistono le attività di estrazione ed imbottigliamento per interventi di tutela, valorizzazione, riqualificazione ambientale e sistemazione di infrastrutture viarie.

 

Per approfondire

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/25 15:24:00 GMT+2 ultima modifica 2019-11-26T10:34:02+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina