Boschi ripariali, dalla Regione arrivano le linee guida per la gestione

Posti ai margini dei corsi d'acqua, sono un bene prezioso dal punto di vista ambientale ma possono aumentare il rischio di esondazione durante le piene

Dalla Regione arrivano le linee guida per la gestione dei boschi ripariali, quella fascia, formata da alberi e arbusti, che si trova ai margini dei corsi d’acqua e costituisce un bene prezioso dal punto di vista ambientale, soprattutto in pianura, ma che può costituire un ostacolo al regolare deflusso idrico. La conseguenza è un aumento del rischio di esondazione durante gli eventi di piena.

Proprio per questo motivo:

  • per motivi di sicurezza idraulica, periodicamente è necessario intervenire con tagli di diradamento per ridurre la biomassa vegetale presente nei tratti più critici;
  • per motivi ambientali è necessario procedere preventivamente con un’attenta analisi delle conseguenze di tali interventi in modo da cercare di mitigarne gli impatti.

Le Linee guida sono state realizzate allo scopo di soddisfare le esigenze di sicurezza idraulica con le altrettanto importanti funzioni sociali e ambientali che svolgono i boschi ripariali.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/13 12:45:00 GMT+2 ultima modifica 2019-11-13T12:56:21+02:00
Hanno contribuito: Paolo Mordini

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina