Trasporti, la Regione pubblica il Rapporto di monitoraggio 2019

All'interno anche numeri, azioni e progetti per la mobilità ciclabile e sostenibile e per la tutela della qualità dell'aria

Si parla anche di mobilità ciclabile e sostenibile e di qualità dell'aria all'interno del "Rapporto annuale di monitoraggio della mobilità e del trasporto 2019", un documento corposo che raccoglie e analizza dati, azioni e programmi nei diversi settori d'intervento e che offre un panorama a trecentossessanta gradi sulla mobilità e sui traporti in Emilia-Romagna. 

All'interno del capitolo dedicato al settore autofiloviario e alla mobilità urbana è possibile trovare una parte dedicata alla mobilità ciclopedonale, con un richiamo all'estensione della rete, che è passata dai 419 km del 2000 agli oltre 1.600 km del 2017 (ultimo dato disponibile), e alle diverse azioni messe in campo dalla Regione in questi anni per favorire questa modalità di trasporto "green".

A seguire un'analisi su alcuni indicatori che rilevano la situazione della qualità dell'area nelle aree urbane e sul monitoraggio di alcuni inquinanti, e in particolare sui valori del PM10, la cui media annua nei comuni capoluogo rimane anche nel corso del 2018 sotto il limite massimo stabilito di 40 µg/m3; inoltre, nell’ambito delle stazioni poste sulla viabilità principale, che registrano i valori più alti, emerge un miglioramento della media dei valori, che passa dai 32,7 µg/m3 del 2017 ai 29,7 del 2017.

Per quanto riguarda il benzene, il dato sintetico relativo alla media annua nelle realtà urbane si mantiene ben al di sotto del limite normativo, 5 µg/m3; nessuna stazione dell’area urbana del traffico supera tale limite dal 2010.

Se invece si guarda nella rete urbana di traffico il numero giornaliero di sforamenti del PM10 (superamento di 50 µg/mc), si osserva che nel 2018 sono state molte le città che non hanno superato il limite massimo di sforamento stabilito in 35 giorni: Piacenza, Bologna, Ravenna e Forlì. E’ Reggio Emilia la città che registra il maggiore numero di sforamenti nel 2018.

L'ultimo capitolo del Rapporto di monitoraggio è dedicato inoltre alla sostenibilità ambientale ed energetica dei trasporti, con un richiamo alla promozione dei veicoli puliti in Emilia-Romagna, alle azioni messe in atto dalla Regione per incentivare la mobilità elettrica ("Mi Muovo elettrico") e ai progetti europei finalizzati al miglioramento della qualità dell'aria.  

Oltre alla sostenibilità ambientale, al centro del Rapporto: autobus, mobilità ciclabile e sostenibile, treni e integrazione tariffaria. Strade e sicurezza stradale. Merci e logistica, ma anche aeroporti e settore idroviario.

 

Per approfondire:

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/12 09:44:58 GMT+2 ultima modifica 2019-11-12T09:44:58+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina