Risparmio energetico e aumento delle fonti rinnovabili, più tempo per finire i lavori in scuole ed edifici pubblici

Dalla Regione proroga al 31 maggio 2021 per la conclusione degli interventi previsti dal bando Por Fesr 2017

Superare i ritardi generalizzati sull’avanzamento degli interventi di efficientamento energetico su scuole ed edifici pubblici, aggravati dall’emergenza sanitaria, è l'obiettivo della delibera di Giunta regionale che ha dato via libera alla proroga del termine per la conclusione degli interventi al 31 maggio 2021.

Il bando Riqualificazione energetica degli edifici pubblici - 2017, finanziato con fondi europei del Por Fesr, aveva concesso contributi a 124 beneficiari per un importo di circa 9 milioni di euro, a fronte di una spesa prevista di circa 36 milioni di euro, per interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici di cui circa il 50% scuole.

Il termine ultimo per la realizzazione degli interventi di efficientamento energetico e utilizzo di fonti rinnovabili era fissato al 31 maggio 2020. Alcuni beneficiari del contributo avevano terminato o stanno terminando le opere previste, mentre la maggior parte ha però richiesto una proroga del termine di conclusione, fissata dal bando al massimo per il 31 agosto 2020.

L’obiettivo resta quello di consentire la conclusione di opere di interesse pubblico strettamente connesse con le politiche regionali in campo energetico, tra cui il raggiungimento degli obiettivi di abbattimento delle emissioni di CO2 e l’incremento delle fonti rinnovabili.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/04/07 10:08:41 GMT+2 ultima modifica 2020-04-07T10:08:41+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina