Rischio incendi, prorogato al 5 marzo lo stato di "attenzione" per i boschi dell'Emilia-Romagna

Attivato dall'Agenzia di Protezione civile per l'assenza di piogge e le alte temperature. Massima cautela nel bruciare stoppie e legname

Visto il perdurare del periodo di siccità, a partire dal 14 febbraio 2020 l’Agenzia Regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione Civile ha attivato, su tutto il territorio regionale, la fase di attenzione per gli incendi boschivi, che è stata prorogata fino al 5 marzo 2020.

Considerate le condizioni critiche della vegetazione e le condizioni meteo climatiche con giornate particolarmente secche, si sconsiglia, per il periodo sopra indicato, l’abbruciamento controllato del materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli; qualora assolutamente necessario, tali operazioni potranno avvenire solo in assenza di vento e nelle giornate particolarmente umide (nella prima mattina e non oltre le ore 11:00). L’Arma dei Carabinieri intensificherà i controlli.  

I numeri da chiamare (la telefonata è gratuita) in caso di avvistamento di un incendio boschivo sono:

- 115 da chiamare in caso d’incendio (numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco);

- 1515 per la segnalazione di illeciti e di comportamenti a rischio di incendio boschivo (numero di emergenza ambientale dell’Arma dei Carabinieri-specialità Forestale);

- 800841051 (numero verde regionale da utilizzare anche per il preavviso di accensione di fuochi o abbruciamenti controllati di materiale vegetale derivante da lavori agricoli e forestali).

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/02/21 16:15:00 GMT+2 ultima modifica 2020-02-21T16:17:03+02:00
Hanno contribuito: Paolo Mordini

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina