Ciaspole nei Parchi e cambiamento climatico

Al via un nuovo corso escursionistico in Romagna. Iscrizioni aperte fino al 15 gennaio

L’inverno è ormai arrivato, ma della neve sui crinali appenninici neanche l’ombra. Anche il freddo ha tardato a farsi avanti, registrandosi finora temperature di gran lunga superiori alla media stagionale.

Cosa sta succedendo?

Cercherà di fornire risposte il nuovo Corso di Escursionismo Invernale e Natura “L’Alta Via dei Parchi della Romagna - L’ULTIMA NEVE”, organizzato dall’Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità-Romagna, attraverso il suo Centro di Educazione alla Sostenibilità “Scuola Parchi Romagna”, in collaborazione con il Raggruppamento G.E.V. di Cesena.

Il Corso gratuito, in questa quarta edizione, promette di fornire conoscenze tecniche di fruizione escursionistiche invernali delle aree protette romagnole e, tramite una collaborazione con l’Ente trentino, del Parco Adamello Brenta, compreso l’utilizzo delle ciaspole, con focus su attrezzatura e abbigliamento, adattamenti della flora e fauna all’inverno, nivologia e meteorologia, medicina di montagna, storia e cultura ai climi freddi.

Il tema principale, sarà, però, il cambiamento climatico, affrontato con l’intervento di ricercatori ed esperti e con uscite sul campo.

Ne parleranno i responsabili del servizio Idro Meteo Clima di ARPAE Emilia-Romagna, dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del CNR, dell’Aeronautica Militare e di comitati di glaciologia. Mentre ricercatori ed esperti porteranno contributi notevoli per comprendere gli effetti del cambiamento climatico sulla fauna e sulla vegetazione.

Quello del cambiamento climatico è uno dei temi più rappresentativi dalla nuova Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, il documento firmato da 193 paesi che contiene il programma d’azione per le persone, per l’ambiente e per il pianeta.

Attraverso questo corso di avviamento alla frequentazione escursionistica invernale e di educazione naturalistica, si sottolineerà l’attuale situazione di sconvolgimento climatico e gli effetti sull’ambiente naturale, la perdita di biodiversità e le ripercussioni sul territorio e i cittadini.

Questo rappresenta un primo percorso pilota dedicato ai cittadini per, in primis, far conoscere il problema, materializzarlo e far si che venga percepito come tale, andando a mettere in pratica il nuovo programma triennale di educazione alla sostenibilità che la Regione Emilia-Romagna ha recentemente approvato.

Le lezioni frontali, alternate da uscite pratiche in natura nei fine settimana, si svolgeranno in orario serale e si svilupperanno su due sedi, Forlì e Cesena, dal 22 gennaio a metà marzo 2020.

Le iscrizioni saranno aperte fino al 15 gennaio.

 

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/08 16:40:00 GMT+2 ultima modifica 2020-01-08T16:46:14+02:00
Hanno contribuito: Maria Vittoria Biondi

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina