Foreste, biodiversità e clima. Conferenza internazionale a Bruxelles il 4 e 5 febbraio

L'Unione europea promuove un evento per aprire un dibattito sull'importanza degli alberi, pozzi di assorbimento del carbonio, in un momento che li vede in grave pericolo

La Commissione europea organizza una conferenza internazionale sulla foresta per la biodiversità e il clima. L'appuntamento è a Bruxelles il 4 e il 5 febbraio per discutere di un tema che sta diventando sempre più centrale nel dibattito pubblico.

Le foreste coprono circa il 30% della superficie terrestre, ospitano l'80% della sua biodiversità e forniscono i mezzi di sussistenza per circa un quarto della popolazione mondiale.

In Unione europea le foreste coprono circa il 42% della superficie terrestre. Oltre a offrire opportunità economiche e di lavoro alle comunità locali, le foreste sono insostituibili riserve di biodiversità e pozzi di assorbimento del carbonio; impediscono l'erosione del suolo; forniscono acqua pulita attraverso la filtrazione; puliscono l'aria; svolgono un ruolo centrale nelle misure di riduzione del rischio nei confronti di catastrofi naturali, quali inondazioni, siccità, ondate di calore, erosione o frane; e supportano il tempo libero e il tempo libero, essenziali per la salute umana.

Le foreste del mondo sono in grave pericolo a causa della deforestazione e del degrado forestale, con una superficie forestale di 1,3 milioni di chilometri quadrati persi tra il 1990 e il 2016. Le pressioni sugli ecosistemi forestali dell'UE a causa dei cambiamenti climatici e dell'insostenibile gestione delle foreste sono motivo di preoccupazione e dovrebbero aumento in futuro, a causa della crescente domanda di legname proveniente dalla bioenergia nei settori della bioeconomia, in un contesto in cui il disboscamento illegale continua a essere registrato in numerosi paesi.

Nel complesso, proteggere le foreste significa proteggere la biodiversità e lavorare per un territorio a clima neutro e resiliente al clima.

La conferenza internazionale di Bruxelles fornirà l'occasione per approfondire questi temi. E’ possibile scaricare il programma e seguire l’intera conferenza on line.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/31 17:41:00 GMT+2 ultima modifica 2020-02-03T11:14:43+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina