Inverno 2020, in Emilia-Romagna il più mite dal 1962

Prosegue la tendenza al riscaldamento climatico anche nella nostra regione. L'analisi a cura di Arpae

L’inverno 2020 in Emilia-Romagna è stato il più mite dal 1962, a pari merito con quello del 2007. Risulta invece il più caldo in assoluto se si considera la media dei valori massimi giornalieri. Nel complesso gli inverni degli ultimi dieci anni (2011-2020) sono stati in media i più caldi rispetto ai cinque decenni precedenti.

L’inverno meteorologico appena finito (1 dicembre 2019 - 29 febbraio 2020) è stato tra i due più miti degli ultimi sessant´anni, con 6,0 °C di temperatura media regionale, il valore più alto dal 1962, pari solo all’inverno 2007 e di poco superiore ai 5,8 °C del 2014. La temperatura media invernale negli anni dal 1961 al 1990 era di 2,7 °C, contro i 4,1 °C degli ultimi dieci inverni (2011-2020), un cambiamento molto drastico.

Se consideriamo la media delle temperature massime giornaliere, pari a 10,3 °C, l’inverno 2019-2020 batte tutti gli altri nella serie dal 1962 e rappresenta quindi un record assoluto, superando il precedente valore dell’inverno 2007 (9,8 °C). Come riferimento si consideri che la media delle massime giornaliere invernali negli anni 1961-1990 era di circa 6 °C.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/09 11:22:00 GMT+2 ultima modifica 2020-03-09T11:26:10+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina