Nuovo sito di tutela marina in Emilia-Romagna

536 chilometri quadrati di mare protetti, tra 6 e 12 miglia al largo del Delta, insieme con la Regione Veneto, per difendere tartarughe e delfini

In continuità con la Regione Veneto, l'Emilia-Romagna delibera l'istituzione di un sito di importanza comunitaria della Rete Natura 2000 per la salvaguardia della fauna marina (pdf1.87 MB).

Si tratta dell'area antistante il Delta del Po, tra le 6 e le 12 miglia marine di distanza dalla costa, circa 311 chilometri quadrati per parte emiliana in corrispondenza di fondali fino a 20-30m, che vanno ad aggiungersi a sud dei 225 istituiti dal Veneto.

E' questo il tratto di mare più frequentato da specie importantissime dal punto di vista naturalistico, la testuggine di mare Caretta caretta e il delfino mediterraneo Tursiops truncatus, anche per via dell'apporto di nutrienti del Po in Adriatico.

Il sito serve per promuovere misure di conservazione efficaci, studi e buone pratiche da adottare in tutte le attività che interferiscono con questo ambiente così particolare.

Per quanto riguarda la tartaruga marina, specie non del tutto conosciuta e ancora meritevole di studi, questa sembra  l'area di crescita per individui subadulti che la utilizzano come corridoio di migrazione parallelo alla costa.

Il delfino rappresenta invece l'unico cetaceo residente in Adriatico e in area di riproduzione, come Caretta vulnerabile e minacciato dall'inquinamento e dalle attività umane.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/11/18 09:00:00 GMT+1 ultima modifica 2020-11-17T14:58:05+01:00
Hanno contribuito: Stefano Bassi

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina