Educazione alla sostenibilità, online l'offerta formativa del Multicentro di Forlì

Individuate quattro aree tematiche per coinvolgere le nuove generazioni su questi temi e per promuovere buone pratiche

Il Multicentro Area Urbana per la Sostenibilità e l’Educazione Ambientale del Comune di Forlì (MAUSE) - uno dei 38 Ceas della Rete regionale coordinata da Arpae - ha realizzato il nuovo Catalogo formativo per l'anno scolastico 2019/2020, dedicato agli studenti e al corpo docente degli istituti scolastici presenti sul territorio del comune di Forlì.

La sinergica collaborazione tra MAUSE, Unità Ambiente ed Unità Supporto all’Innovazione Educativa – SIE del Comune di Forlì, e il patrocinio dell'Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, ha consentito la realizzazione di una nuova offerta formativa, rinnovando la volontà di coinvolgere le nuove generazioni con attività incentrate sui temi della sostenibilità ambientale e finalizzate a promuovere buone pratiche.

Negli ultimi 5 anni sono stati coinvolti complessivamente circa 10.000 alunni di ogni ordine e grado del territorio comunale in laboratori e visite didattiche, promuovendo a tutti i livelli e in tutte le sedi educative la cultura della sostenibilità come vettore principale per innescare la trasformazione del modello di sviluppo attuale, sostenendo stili di vita e modelli virtuosi di produzione e consumo.

Per l’anno scolastico 2019/2020 il catalogo è organizzato in 4 macroaree tematiche e relative sotto-aree: uso delle risorse; biodiversità; cittadinanza attiva/beni comuni e mobilità sostenibile.

Ogni area tematica è sviluppata con temi specifici, che rappresentano le priorità di intento formativo-educativo sul tema della sostenibilità del Comune di Forlì e che contribuiscono al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU. Tra queste si citano ad esempio: l’educazione all'uso sostenibile delle risorse ambientali, azioni volte ad evitare lo spreco alimentare, la tutela, la promozione e la valorizzazione della biodiversità, l’educazione alla cittadinanza attiva, alla cura dei beni comuni, alla legalità, l’assetto del territorio e la mobilità sostenibile.

Il nuovo catalogo raccoglie oltre 60 laboratori sui temi dei rifiuti, dell’energia, dell’acqua, del cambiamento climatico, dello spreco alimentare, della flora e fauna, oltre che sui beni comuni, la legalità, la protezione civile e la mobilità sostenibile. Le offerte formative, proposte quest’anno da 30 realtà differenti, sono descritte per mezzo di schede nelle quali vengono riportati i contenuti didattici, i referenti, le modalità di accesso a ogni singola attività. Tutti i laboratori sono soggetti a esaurimento posti e, ad eccezione di eventuali costi di trasporto, sono gratuiti per il soggetto richiedente.

A partire da lunedì 23 settembre sarà possibile per le scuole prenotarsi.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/09/19 10:12:08 GMT+2 ultima modifica 2019-09-19T10:12:08+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina