La Bassa Romagna partecipa a "Vivi il verde" con un video sul Podere Pantaleone

Il filmato riprende la fauna dell'oasi in slow motion durante i mesi di lockdown

Il Ceas Bassa Romagna partecipa al concorso regionale “Premio ViVi il Verde 2020”, nell'ambito della settima edizione dell'omonima rassegna. Il concorso è rivolto a video e racconti che hanno coinvolto i giardini, i parchi e le aree verdi dell’Emilia-Romagna durante la pandemia.

Il Ceas Bassa Romagna ha candidato un video incentrato sul Podere Pantaleone del Comune di Bagnacavallo, dal titolo "Animali in slow motion", disponibile su YouTube.

"Nel marzo 2020, consapevoli di non poter aprire al pubblico, davanti allo spettacolo della primavera nell’oasi del Podere abbiamo deciso di realizzare un video per portare la meraviglia della natura nelle case delle persone - spiega Roberto Fabbri dell'associazione Lestes, gestore dell'area -. Abbiamo osservato come scoiattoli, sparvieri, frosoni, verdoni, picchi si appropriassero ancora di più degli spazi dell’oasi, permettendoci di filmarli e fotografarli con facilità. Le persone, sia coloro che non conoscevano questo luogo, sia chi lo frequenta da anni quale sede del Centro di educazione alla sostenibilità della Bassa Romagna, hanno potuto così apprezzare da casa la quotidianità di tante specie faunistiche".

I video vincitori del premio saranno proclamati venerdì 20 novembre, nell'ambito del convegno online “Giardini, alberi... e noi. Cambia il rapporto tra uomo e natura?”, che si terrà dalle 16 alle 18.30.

La diretta sarà occasione per una riflessione sul rapporto con il paesaggio e il verde pubblico, a partire dagli alberi, e su come si sono trasformate le emozioni durante l’isolamento forzato da questi luoghi. Protagonisti Lucio Montecchio, professore ordinario di Patologia degli alberi ornamentali, Università di Padova; Valentina Ivancich, neuropsichiatra e giardiniera; Gian Mario Villalta, poeta e scrittore, direttore artistico del Festival “Pordenonelegge”; Giovanni Morelli, dottore agronomo, arboricoltore certificato e Alessandro Santachiara, sindaco di Campagnola dell’Emilia, che porterà l’esempio di rinascita di un’area verde dove sarà conservato quel che resta dell’Olma grande, un albero monumentale morto e successivamente caduto a terra, simbolo identitario di quella comunità.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/11/16 10:48:30 GMT+2 ultima modifica 2020-11-16T10:48:30+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina