Ferrara, oltre centomila nuovi alberi in città

una grande foresta periurbana da realizzarsi entro il 2030 attraverso una partnership con Plant for the Planet

Dal laboratorio aperto ex Teatro Verdi l'assessore all'Ambiente e alla partecipazione Alessandro Balboni ha annunciato - e illustrato - i dettagli della nuova "selva del Bradamante", in omaggio all'Orlando Furioso: una grande foresta periurbana composta da decine di migliaia di alberi, sul modello della città spagnola di Granada, da realizzarsi entro il 2030 attraverso una partnership con Plant for the Planet, progetto per la promozione di iniziative volte a fermare il cambiamento climatico globale.

L'associazione ha lanciato il traguardo di un milione di nuovi alberi, sempre con orizzonte al 2030, in tutto il Paese e Ferrara ne rappresenta l'esperienza pilota. Tra le possibili aree individuate per la nuova progettazione verde c'è l'asse di via Ferraresi. Si tratta dell'area urbana che corre lungo la ferrovia, al centro dell'attenzione perché attraversata da arterie trafficate, che collega aree nate senza pianificazione specifica e perciò a minore concentrazione di verde.

Nella scelta si è tenuto conto anche dell'evoluzione morfologica del territorio, a partire dal XII secolo, delle antiche aree boschive e paludose, delle caratteristiche granulometriche del terreno. Per il reperimento delle risorse specifiche Ferrara potrà avvalersi della piattaforma internazionale 'One trillion trees initiative' per creare veicoli di finanziamento.

L'obiettivo finale è arrivare a 200mila nuove piantumazioni entro il 2030.

Fonte: Notizia sul sito del Comune di Parma

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/11/23 10:05:25 GMT+1 ultima modifica 2021-11-23T10:05:25+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina