Inaugurazione della mostra “Parlo Acqua” a Spinadello (Fc)

Dal 23 settembre al 30 ottobre si parla di acqua, con una nuova mostra e una rassegna di eventi collaterali
Spinadello (Forlimpopoli) continua la sua riflessione sul tema dell’acqua, con una mostra di manifesti illustrati e un programma di eventi collaterali che si terranno dal 23 settembre al 30 ottobre negli spazi dell’ex centrale di sollevamento e nell’area dei meandri del fiume Ronco.

La mostra Parlo Acqua, che inaugura venerdì 23 settembre alle ore 18.30, racconta attraverso la voce di 17 illustratori, disegnatori e creativi la più abbondante delle risorse scarse, il più vitale, mobile e prezioso elemento terrestre che abita tutte le geografie del Pianeta. Nata come esito di una call internazionale promossa nel 2021 dal festival marchigiano KA Nuovo Immaginario Migrante - con cui Spinadello collabora per la prima volta ampliando la rete dei soggetti coinvolti nel percorso di valorizzazione dell’acquedotto storico -  la mostra interroga il fruitore sull’elemento dell’acqua e sui suoi significati, in quanto bene prezioso, vitale, diritto universale, ma anche oggetto di privatizzazioni e speculazioni, motivo di dissesto e di distruzione.

Oltre ai manifesti, presso la centrale di sollevamento sarà allestita BOA: una selezione di circa 50 libri illustrati inerenti alle tematiche della mostra scelti dalla biblioteca comunale “P. Artusi” di Forlimpopoli, consultabile da tutti ma dedicata in particolar modo alle bambine e ai bambini che visiteranno lo spazio fino al 30 ottobre. Tra gli eventi collaterali, il programma prevede inoltre due appuntamenti pensati proprio per i più piccoli, che grazie a passeggiate, letture e un laboratorio di scoperta dei ciottoli fluviali potranno avviare una propria riflessione sull’acqua come risorsa e casa per alcune delle più strabilianti creature del Pianeta.

 
La mostra

La mostra “Parlo Acqua” è nata a conclusione di una call internazionale per illustratori, disegnatori e creativi promossa da KA Nuovo Immaginario Migrante, la mostra interroga il fruitore sul futuro non solo dell’umanità in senso stretto, ma sul futuro di umani e non umani interdipendenti e soggetti alle medesime variabili ecologiche in quanto esseri terrestri.

Orari di apertura
Aperta il sabato dalle 15:00 alle 18:30; domenica 2, 16 e 30 ottobre dalle 10:00 alle 15:00 e in occasione di tutti gli eventi che si terranno a Spinadello in concomitanza del periodo di mostra.
Fonte: notizia sul sito Forlimpopoli città artusiana

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/09/21 10:55:39 GMT+1 ultima modifica 2022-09-21T10:55:39+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina