L’orizzonte verde dell’Emilia-Romagna: 4 milioni e mezzo di nuovi alberi

Uno per ciascuno degli abitanti della regione per i prossimi cinque anni. Appuntamento a Bobbio (Pc) il 26 settembre per presentare una delle più importanti azioni di forestazione urbana

Piantare 4 milioni e mezzo di nuovi alberi in cinque anni, in particolare nelle aree urbane e in pianura: con questo obiettivo la Regione Emilia-Romagna si appresta a realizzare una delle più importanti azioni di forestazione urbana volta a contrastare, insieme alle pianificazioni ambientali a partire dal Piano per la qualità dell’aria, la crisi climatica e a migliorare la qualità dell'aria.

Si tratta di un’importante iniziativa per fare del verde un alleato prezioso nella riduzione dei gas climalteranti e nell’adattamento ai cambiamenti climatici, ma anche per arricchire la biodiversità, tutelare e valorizzare il paesaggio, accrescere la qualità della vita e rendere più attrattivo il territorio.

Questo progetto prenderà le mosse da Bobbio, città d’Europa fondata sulle colline della Val Trebbia (Pc) dal monaco San Colombano, dove il prossimo 26 settembre, dalle ore 9,30 alle 17,30, nel Chiostro dell'Abbazia di San Colombano, si terrà un appuntamento con i massimi esperti di forestazione urbana a livello nazionale e internazionale. Titolo dell'iniziativa "L’orizzonte verde dell’Emilia-Romagna: 4 milioni e mezzo di nuovi alberi".

Per partecipare all'evento è necessario iscriversi compilando il modulo online entro il 25 settembre. La capienza della sala, considerate le limitazioni poste dall'attuale emergenza sanitaria, è di 200 posti.

L'evento sarà trasmesso anche in diretta web sulla pagina Facebook della Regione e di ER Ambiente.

Per informazioni su questa iniziativa: corridoioverde@regione.emilia-romagna.it.

La sessione della mattina, che avrà inizio alle ore 9,30 e si concluderà alle 12,30,  partirà con i saluti istituzionali di Roberto Pasquali - Sindaco di Bobbio, Patrizia Barbieri - Presidente della Provincia di Piacenza e con un Video di Janez Koželj - Vice Sindaco di Lubiana; Professore di progettazione urbana all'Università di Ljubljana.

A seguire una tavola rotonda, moderata dal giornalista Patrizio Roversi, a cui parteciperanno Irene Priolo - Assessore regionale all’Ambiente, in video Anna Lagersen - Università di Sheffield, Stefano Boeri - Architetto, in video di Ada Colau - Sindaca di Barcellona, Virginio Merola - Sindaco di Bologna, Paolo Pileri - Politecnico di Milano (Ideatore della ciclovia VenTO), e Fabio Salbitano - Vice Presidente di SILVA MEDITERRANEA; FAO Commitee of Mediterranean Forestry Questions.

La mattinata vedrà anche un intervento di chiusura dei lavori da parte di Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna.

La sessione pomeridiana invece durerà dalle 15 alle 17,30 e sarà coordinata dal meteorologo e climatologo Luca Mercalli. Numerosi gli interventi in programma tutti incentrati sull'importanza degli alberi e della forestazione urbana. 

 

Per approfondire:

  

Proposte di soggiorno

In occasione di questo importante evento sono state pensate alcune proposte di soggiorno per far conoscere il nostro territorio.

Destinazione Turistica Emilia comprende i territori delle città di Parma, Piacenza e Reggio Emilia per complessivi 1.100.000 abitanti. Ci piace pensare di essere una metropoli di medie dimensioni capace però di accogliere il visitatore con mille e diverse proposte ed esperienze, dal Fiume Po all' Appennino.

Bobbio e la Val Trebbia ad esempio sono un gioiello pieno di storia e bellezze naturali. Crocevia di antiche vie di pellegrinaggio che si snodano lungo le azzurre e trasparenti acque del fiume Trebbia che proprio a Bobbio è solcato da un magnifico ponte detto Gobbo o "del Diavolo".  

Nel Medioevo Bobbio fu centro culturale e religioso  di primaria importanza la cui abbazia fu fondata da san Colombano considerato uno dei padri dell'odierna Europa.  Anche oggi Bobbio si contraddistingue per la sua unicità e vivacità: nel 2019 è stato dichiarato Borgo dei Borghi ed inoltre propone importanti eventi ed esclusive iniziative come i Corsi di alta formazione cinematografica.

Concludendo, se Hemingway ha definito la Val Trebbia "la Valle più bella del mondo" una ragione ci sarà!

Siamo quindi lieti di accogliervi a Bobbio e in Val trebbia con le proposte di soggiorno appositamente ideate dagli operatori turistici di Destinazione Turistica Emilia.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina