Parchi, foreste e Natura 2000

Vietato bruciare il materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli

Ordinanza n. 43/2020 del Presidente della Giunta Regionale sugli abbruciamenti

Il Presidente della Giunta regionale Stefano Bonaccini, con Ordinanza n. 43 del 20 marzo 2020 ha stabilito il divieto, valido per tutta la durata dell’emergenza, di bruciare il materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli.

Le sole imprese agricole possono comunque procedere all’abbruciamento controllato del materiale vegetale di risulta dei lavori agricoli in attuazione di quanto disposto dal successivo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020 recante "Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale" (che consente lo svolgimento dell’attività agricola). Sono comunque da seguire le modalità esecutive descritte nell'articolo 58 del Regolamento forestale regionale n. 3/2018.

La pratica dell’abbruciamento controllato può causare l'innesco di potenziali incendi boschivi e portare ad infortuni, anche gravi, che potrebbero necessitare di cure ospedaliere o di pronto soccorso. Si raccomanda pertanto la massima attenzione da parte degli imprenditori agricoli professionali nello svolgimento di tali pratiche per le quali è necessaria una notevole attività di presidio del territorio e di monitoraggio dei fuochi da parte dei Carabinieri forestali e dei Vigili del fuoco. 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/20 22:54:00 GMT+2 ultima modifica 2020-03-27T11:18:29+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina