Rifiuti, siti contaminati e servizi pubblici ambientali

Accordo raccolta e recupero RAEE

Accordo RAEEL’Emilia-Romagna rappresenta un caso virtuoso in termini di quantitativi e di infrastrutture dedicate alla raccolta dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, i cosiddetti RAEE.

I RAEE sono rifiuti particolari che, se adeguatamente trattati, rappresentano una fonte di risorse di elevato valore economico, che possono essere riutilizzate nei cicli produttivi

La Regione ha sottoscritto con Atersir (Agenzia territoriale dell’Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti) e Centro di Coordinamento RAEE un accordo che si prefigge di migliorare ulteriormente la raccolta e il recupero di questa tipologia di rifiuti.

L’accordo si pone l’obiettivo primario di favorire la consegna dei Raee domestici nei centri di raccolta pubblici mediante la semplificazione delle modalità di accesso e di promuovere specifiche campagne di sensibilizzazione e di informazione tra cittadini e operatori della filiera, come manutentori e installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Tra le finalità anche quella di incentivare la tracciabilità dei flussi di raccolta e il riciclo dei rifiuti, obiettivo in linea con il Piano regionale di gestione dei rifiuti - in fase di approvazione - che punta alla gestione sostenibile da realizzare attraverso prevenzione, raccolta differenziata e recupero di materia. L’accordo si colloca nell’ambito di analoghe iniziative già attivate dalla Regione e finalizzate a sostenere lo sviluppo dell’industria green, a fare impresa e a creare nuova occupazione.

 

Per  approfondire:

 

 

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/06/12 11:55:00 GMT+1 ultima modifica 2015-06-12T15:28:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina