Rifiuti, siti contaminati e servizi pubblici ambientali

La sostenibilità delle attività sportive

Il mondo dello sport è in grado fornire un contributo significativo alle politiche ambientali regionali, sia riducendo l’impatto ambientale delle proprie attività (organizzazioni di manifestazioni, gestione di impianti) sia diffondendo tra i partecipanti, principi di sostenibilità e stili di vita più consapevoli.

Cosa fa la RegioneImmagine 2.jpg

Accordo per la sostenibilità dello sport

L’Accordo quadro sottoscritto con UISP e Atersir nel maggio 2015 affronta il tema della sostenibilità sotto molteplici punti di vista: la prevenzione e la corretta gestione dei rifiuti nell’ambito delle manifestazioni sportive, l’impatto ambientale di impianti e strutture, la diffusione del green procurement o acquisti verdi e l’attenzione alle aree protette.

L’intesa ha un importante potenziale in termini di educazione ambientale, considerato che i destinatari delle azioni non sono solo gli sportivi, ma anche gli spettatori di gare ed eventi.

Premio “Primo l’ambiente”

In attuazione degli impegni assunti con l’Accordo quadro, nel settembre 2018 la Regione ha promosso il concorso “Primo è l’ambiente, la tua idea di sostenibilità diventa realtà” organizzato da UISP Comitato Regionale Emilia-Romagna.

Logo primo lambiente 2.jpgIl progetto prevede premi per le Associazioni Sportive Dilettantistiche (si seguito ASD) della Regione che si impegnano nella progettazione e realizzazione di eventi, tornei, manifestazioni sportive in chiave sostenibile, scegliendo almeno due ambiti specifici tra prevenzione dei rifiuti, economia circolare, mobilità e acquisti sostenibili, con il possibile coinvolgimento delle scuole.

La prima edizione del concorso, conclusasi nel giugno 2019 ha dato ottimi risultati in termini di manifestazioni ammesse, di efficacia e originalità delle azioni di sostenibilità proposte e di numerosità dei partecipanti. 13 i progetti premiati riguardanti differenti discipline sportive (podismo ciclismo, nuoto calcio, basket, pallavolo beach tennis, orienteering, giochi vari) 6 le scuole secondarie coinvolte, oltre 12.000 gli utenti complessivi.

Fino al 30 novembre 2019 è aperto il bando per la partecipazione della seconda edizione del premio, che ammetterà manifestazioni da realizzarsi tra il 15 ottobre 2019 e il 31 ottobre 2020.

Sono a disposizione premi fino a 2500 euro per le associazioni sportive e buoni spesa di 600 euro per le scuole partecipanti.

Linee guida per gli eventi sportivi sostenibili

Le Iniziative candidate al concorso dovranno essere in linea con le “Linee guida per gli eventi sportivi sostenibili della Regione Emilia-Romagna”, di recente approvazione, che illustrano le possibili azioni da adottare per organizzare eventi sportivi a ridotto impatto ambientale, valorizzandone i benefici sociali, economici e ambientali.

A supporto delle società sportive emiliano-romagnole il 30 ottobre u.s. si è tenuto in Regione un corso di formazione con esercitazioni pratiche per guidare i promotori di eventi e manifestazioni nell’implementazione delle buone pratiche di sostenibilità più adatte in funzione delle finalità e delle caratteristiche dell’iniziativa proposta. E' disponibile la registrazione video dell’evento.

Per approfondire:

Accordo quadro sostenibilità nello sport (pdf, 282.28 KB)

Bando concorso “Primo l’ambiente”

Linee guida eventi sportivi sostenibili (pdf, 652.53 KB)

Video corso formazione su linee guida regionale

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina