sabato 18.08.2018
caricamento meteo
Sections

Rifiuti, siti contaminati

Carrello verde

Adesivo_carrello_verde“Carrello verde” è il sistema di qualificazione ambientale dei punti vendita della grande distribuzione organizzata garantito dalla Regione Emilia-Romagna.

Sono 71 i negozi certificati che espongono il logo “Carrello verde” e che dimostrano ogni giorno il proprio impegno per l’ambiente riducendo i rifiuti e gli imballaggi non necessari, promuovendo i prodotti sfusi e ricaricabili, limitando gli sprechi di risorse ed energia.

Il Carrello Verde rientra nelle politiche regionali definite dalla LR 16/2015 sulla “Economia circolare e dal Piano Regionale di gestione dei rifiuti, ed è il risultato delle attività promosse dall’Accordo con la GDO sottoscritto a giugno 2014 che vede come protagonisti la Regione, Legacoop e ATERSIR (l’Agenzia regionale che regolamenta i servizi idrici e i rifiuti).

In attuazione di tale accordo è stato definito un tavolo di lavoro con i rappresentanti di alcune imprese fortemente radicate nel territorio che si sono proposte per collaborare con la Regione. I lavori del tavolo hanno portato alla definizione di un Sistema di qualificazione ambientale dei punti vendita della Distribuzione Organizzata denominato “Carrello verde” regolamentato da uno specifico “Disciplinare” ratificato dalla Giunta regionale con deliberazione n. 1683/2015.

Nel novembre 2015 la Regione ha altresì approvato un "Accordo si dettaglio" a cui attualmente hanno aderito tre cooperative della distribuzione organizzata (nello specifico Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Nordiconad) con l’impegno di promuovere presso i propri associati l’adesione al sistema di qualificazione ambientale della Regione Emilia-Romagna e di contribuire a valutarne gli effetti attraverso il monitoraggio.

L’accordo è aperto all’adesione di tutti i soggetti interessati che ne facciano richiesta. Secondo quanto previsto nel “Disciplinare” la Regione valuterà le richieste di adesione e assegnerà il logo “Carrello verde” ai punti vendita che possiedono i requisiti soglia necessari per accedere alle diverse categorie di qualità ambientale (oro, argento, bronzo).

I requisiti richiesti variano a seconda della classe dimensionale e delle caratteristiche dei negozi e riguardano sia l’offerta al consumatore sia la gestione del punto vendita.

Alcuni esempi: la vendita di prodotti sfusi o con eco-ricariche, la disponibilità di prodotti biologici, la vendita di borse riutilizzabili e di prodotti da banco con imballaggi facilmente riciclabili. Inoltre i negozi aderenti al sistema si impegnano a usufruire di cassette riutilizzabili per l’ortofrutta, ad organizzare sistemi di raccolta differenziata negli spazi a disposizione del personale, a impostare la temperatura dei locali estiva non inferiore a 24 gradi e invernale non superiore a 20 gradi, a posizionare raccoglitori per toner negli uffici.

L’impegno richiesto riguarda anche le scelte costruttive e impiantistiche, come il ricorso alla luce naturale e l’utilizzo di sistemi illuminazione a basso consumo, la chiusura dei banchi frigo con sportelli isolanti, l’utilizzo e la generazione di energie rinnovabili.

Elemento qualificante del progetto sono, infine, le iniziative di comunicazione verso il consumatore, che se adeguatamente informato e sensibilizzato può fare propria questa attenzione alla sostenibilità.

Manifesto_carrello_verdeGli esercizi commerciali che hanno aderito a questa iniziativa sono riconoscibili grazie al logo “carrello verde” che dovrà essere esposto sul punto vendita e potrà essere utilizzato nei diversi materiali informativi.

I punti vendita certificati sono distribuiti su tutto il territorio regionale: la provincia con il maggior numero di attività commerciali iscritte è Bologna con 35 PV, seguita da Modena con 15 PV, Ferrara con 8, Ravenna con 4, 3 PV a Reggio, 2 a Parma e Rimini e 1 PV ciascuna sono le provincie di Piacenza e Forlì/Cesena.

Ecco il Registro dei Punti Vendita certificati “Carrello verde” e la mappa georeferenziata.

 

Per approfondimenti:

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 27/09/2016 — ultima modifica 31/05/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it