La rinascita dell'oasi Punte Alberete (Ra)

Ricomparse specie assenti, in corso interventi di reintroduzione e un ambizioso progetto LIFE candidato per migliorare l'approvvigionamento idrico e la qualità delle acque delle paludi d'acqua dolce di tutto il Parco del Delta del Po

Dopo tre anni di attenta gestione dei livelli idrici e della vegetazione, si cominciano a vedere i primi segnali di rinascita della meravigliosa oasi di Punte Alberete (Ravenna). Grazie all'impegno costante dell'Ente Parco, che ha fatto della bellissima palude ravennate una delle sue bandiere e del Servizio Ambiente del Comune di Ravenna, il complesso, delicato e prezioso biotopo, sta ritrovando il proprio equilibrio.

Sono ricomparse specie assenti da tempo, sia tra le piante, che tra gli animali; sono in corso dedicati interventi di reintroduzione e un ambizioso progetto LIFE è stato candidato per migliorare l'approvvigionamento idrico e la qualità delle acque delle paludi d'acqua dolce di tutto il Parco del Delta del Po.

L'attenta gestione delle acque attuata in questi ultimi anni, ha fatto sì che la loro qualità, monitorata settimanalmente, sia nuovamente molto buona. Questi primi importanti risultati sono resi possibili dall'impegno assiduo e costante del direttore del Parco, Massimiliano Costa, del dirigente del Servizio Ambiente, Stefano Ravaioli e del funzionario Fabrizio Borghesi, coadiuvati dal prezioso lavoro delle guardie pinetali, i "ranger" delle stazioni ravennati del Parco del Delta del Po.
Molto importante è anche l'attività di controllo della vegetazione palustre, svolta da Leonardo Lontani e Ezechiele Perazza, su incarico dell'Ente Parco. Infine, un contributo importante e utile a verificare l'efficacia della gestione, è dato dal monitoraggio effettuato da Sergio Montanari, botanico della cooperativa Atlantide e da un gruppo di ornitologi e biologi tra cui Fabrizio Borghesi per il Comune, Mattia Bacci e Massimiliano Costa per il Parco, Giancarlo Mariani di AsOER e Stefano Volponi di ISPRA.

Permangono alcuni problemi di approvvigionamento idrico, soprattutto per Valle Mandriole, ma la strada intrapresa è senza dubbio quella giusta.

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-10-06T17:44:08+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina