Mettiamo radici per il futuro: i dati per provincia e comune

Piante distribuite dall'1 ottobre 2020 al 15 aprile 2021

In provincia di Piacenza sono stati distribuiti in tutto 16.957 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di oltre 8.600 arbusti (51% del totale), 8 mila alberi autoctoni (47%) e 311 alloctoni (2%). Il più gettonato è stato il ligustro selvatico di cui ne sono stati richiesti 1888. A seguire, la rosa canina (1208), il prugnolo (996), il carpino bianco (927), il nocciolo (870), il pallon di maggio (836), il corniolo (740), la lantana (588), il crespino (588), l'acero campestre (574), la farnia (523) e il ciliegio selvatico (507). E ancora: buona la richiesta di fusaggine (432), il melo selvatico (402), il frassino maggiore (381), il sanguinello (372) e il salice (334 piante).

Venendo ai dati per comune, ad Agazzano sono stati richiesti 72 alberi o arbusti, Alta Val Tidone 89, Alseno 1317, Besenzone 116, Bettola 598, Bobbio 196, Borgonovo 686, Cadeo 422, Calendasco 407, Caorso 62, Carpaneto piacentino 466, Castellarquato 670, Castel San Giovanni 93, Castelvetro piacentino 102, Coli 97, Cortebrugnatella 164, Cortemaggiore 281, Farini 66, Ferriere 247, Fiorenzuola 642, Gazzola 191, Gossolengo 254, Gragnano Trebbiense 163, Gropparello 503, Lugagnano 691, Monticelli 117, Morfasso 85, Piacenza 3278, Pianello 802, Piozzano 41, Podenzano 127, Ponte dell’Olio 388, Pontenure 3, Rivergaro 464, Rottofreno 1, San Giorgio 329, San Pietro in Cerro 17, Sarmato 116, Travo 445, Vernasca 994, Vigolzone 551, Villanova sull’Arda 228 e Ziano 355.

  
In provincia di Parma sono stati distribuiti in tutto 85.183 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di oltre 843.300 alberi autoctoni (51% del totale), 35 mila 345 arbusti (41%) e 6.501 alloctoni (8%). Tra gli altri, grande successo per le piantine di alloro (9.458 esemplari consegnati), seguite da 8.101 carpini bianchi, 6.258 esemplari di ligustro selvatico, 4.452 di prugnolo, 4.225 di nocciolo, 3.976 di rose canine e 3816 di pallon di maggio. E ancora: buona la richiesta di corniolo (2977), sanguinello (2455), olivello spinoso (1695), acero campestre (1658), lantana (1630), farnia (1459), ciliegio selvatico (1432), cipresso (1234), melo selvatico (1208), ginestra (1163), tiglio (1148) e sambuco (1096).

Venendo ai dati per comune, ad Albareto ne sono stati consegnati 256, Bardi 729, Bedonia 665, Berceto 1840, Bore 2, Borgo Val di Taro 870, Busseto 405, Calestano 775, Collecchio 1457, Colorno 726, Compiano 41, Corniglio 541, Felino 2944, Fidenza 7372, Fontanellato 400, Fontevivo 636, Fornovo 468, Langhirano 3400, Lesignano dè Bagni 4277, Medesano 5096, Monchio delle Corti 72, Montechiarugolo 4387, Neviano degli Arduini 5284, Noceto 3011, Palanzano 337, Parma 14.057, Pellegrino Parmense 1945, Roccabianca 275, Sala Baganza 567, Salsomaggiore Terme 3634, San Secondo Parmense 151, Sissa Trecasali 52, Solignano 1126, Soragna 468, Sorbolo 96, Terenzo 1454, Tizzano 2796, Tornolo 154, Torrile 216, Traversetolo 7061, Valmozzola 756, Varano dè Melegari 1416, Varsi 1168, Sissa Trecasali 582, Polesine Zibello 719, Sorbolo Mezzani 479.

 

In provincia di Reggio Emilia sono stati distribuiti in tutto 117.900 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di quasi 63.000 alberi autoctoni (53% del totale), oltre 46 mila 600 arbusti (40%) e 8.350 alloctoni (7%). Tra gli altri, grande successo per le piantine di alloro (24.548 esemplari consegnati), seguite da ligustro selvatico (11.382), nocciolo (5186), pallon di maggio (4723), prugnolo (4421), carpino bianco (4215), rosa canina (3649) e corniolo (3037). A seguire, il sanguinello (3006 esemplari consegnati), l'olivello spinoso (2692), la ginestra di Spagna (2234), la lantana (2211) e il crespino (2133). Buono anche il piazzamento per gelso bianco (1881), ciliegio selvatico (1831), fusaggine (1743), acero campestre (1653), castagno (1513), carpino nero (1500), pioppo (1339), scotano (1282), tiglio e melo (1229 ciascuno).

Venendo ai dati per comune, ad Albinea sono stati consegnati 2309 alberi e arbusti, Bagnolo in Piano 1116, Baiso 3173, Bibbiano 2757, Boretto 349, Brescello 232, Busana 20, Cadelbosco di sopra 4646, Campagnola Emilia 1210, Campegine 1415, Canossa 3648, Carpineti 3104, Casalgrande 7946, Casina 6738, Castellarano 2429, Castelnovo di sotto 1463, Castelnovo né Monti 701, Cavriago 6777, Correggio 4202, Fabbrico 224, Gattatico 4183, Gualtieri 420, Guastalla 722, Luzzara 304, Montecchio Emilia 1786, Novellara 1081, Poviglio 1131, Quattro Castella 2211, Ramiseto 92, Reggiolo 462, Reggio Emilia 26299, Rio Saliceto 788, Rolo 268, Rubiera 769, S. Martino in Rio 354, San Polo d’Enza 3183, S. Ilario 3545, Scandiano 3858, Toano 2404, Vezzano sul Crostolo 3349, Viano 3389, Villa Minozzo 1650, Ventasso 549, Vetto 644.

  

In provincia di Modena sono stati distribuiti in tutto 109.389 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di quasi 76.209 alberi autoctoni (70% del totale), oltre 28 mila 750 arbusti (26%) e 4.424 alloctoni (4%). Tra gli altri, grande successo per le piantine di alloro (23.336 esemplari consegnati), seguite da carpino nero (9221), nocciolo (9153), sanguinello (6652), carpino bianco (5874), ligustro selvatico (5393) ed acero campestre (4077). Buono anche il piazzamento di rosa canina (2543 esemplari consegnati), leccio (2071), farnia (2040), ciliegio selvatico (1752), tiglio (1738), pallon di maggio (1724), cerro (1423), crespino (1389), fusaggine (1359), frassino maggiore (1316), corniolo e prugnolo (1248 ciascuno).

Venendo ai dati per comune, a Bastiglia sono stati consegnati 320 alberi e arbusti, Bomporto 2026, Campogalliano 416, Camposanto 1266, Carpi 7400, Castelfranco Emilia 4169, Castelnuovo Rangone 867, Castelvetro di Modena 10931, Cavezzo 734, Concordia sulla Secchia 356, Fanano 460, Finale Emilia 2167, Fiorano Modenese 2796, Fiumalbo 135, Formigine 2827, Frassinoro 116, Guiglia 5491, Lama Mocogno 299, Maranello 2944, Marano sul Panaro 1108, Medolla 3808, Mirandola 4816, Modena 13211, Montecreto 161, Montefiorino 1831, Montese 1933, Nonantola 1519, Novi di Modena 1561, Palagano 1005, Pavullo 4395, Pievepelago 103, Polinago 867, Prignano 2332, Ravarino 267, Riolunato 130, San Cesario sul Panaro 543, San Felice sul Panaro 4847, San Possidonio 650, San Prospero 1695, Sassuolo 3337, Savignano sul Panaro 643, Serramazzoni 6134, Sestola 1082, Soliera 2413, Spilamberto 7022, Vignola 923, Zocca 1617.

 

In provincia di Bologna sono stati distribuiti in tutto 93.047 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di quasi 93.000 alberi autoctoni (63% del totale), quasi 30 mila arbusti (32%) e 4.481 alloctoni (5%). Tra gli altri, grande successo per le piantine di alloro (16.942esemplari consegnati), seguite da ligustro selvatico (4969), nocciolo (4821), leccio (3774), carpino bianco (3607), prugnolo (2990), sanguinello (2741) ed acero campestre (2724). Buono anche il piazzamento per tiglio (2480 esemplari consegnati), pallon di maggio (2414), rosa canina (2351), corniolo (2319), ciliegio selvatico (2280), fusaggine (1782), lantana (1645), tamerice (1518), pero (1302), carpino nero (1283), castagno (1273) e gelso bianco (1257).

Venendo ai dati per comune, ad Alto Reno Terme sono stati consegnati 394 alberi e arbusti, Anzola 871, Argelato 865, Baricella 1406, Bentivoglio 1457, Bologna 8562, Borgo Tossignano 343, Budrio 2414, Calderara di Reno 970, Camugnano 845, Casalecchio di Reno 2966, Casalfiumanese 1924, Castel d’Aiano 933, Castel del Rio 157, Castel di Casio 424, Castel Guelfo 1485, Castello d’Argile 158, Castello di Serravalle 35, Castel Maggiore 1451, Castel San Pietro Terme 9376, Castenaso 500, Castiglione dei Pepoli 551, Crespellano 280, Crevalcore 2247, Dozza 2226, Fontanelice 479, Gaggio Montano 779, Galliera 562, Granarolo 1387, Grizzana Morandi 621, Imola 5104, Lizzano in Belvedere 644, Loiano 1427, Malalbergo 797, Marzabotto 1651, Medicina 2381,    Minerbio 79, Molinella 850, Monghidoro 1148, Monterenzio 1685, Monte San Pietro 2660, Monteveglio 701, Monzuno 2508, Mordano 85, Ozzano 4340, Pianoro 3063, Pieve di Cento 252, Porretta Terme 222, Sala Bolognese 444, S. Benedetto Val di Sambro 460, S. Giorgio di Piano 814, S. Giovanni in Persiceto 1345, S. Lazzaro 1850, S. Pietro in Casale 2798, S. Agata Bolognese 166, Sasso Marconi 3298, Savigno 124, Valsamoggia 3996, Vergato 258, Zola Predosa 1229.

  

In provincia di Ferrara sono stati distribuiti in tutto 26.575 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di quasi 12.900 alberi autoctoni (49% del totale), oltre 11 mila 500 arbusti (44%) e 2.095 alloctoni (8%). Tra gli altri, grande successo per le piantine di ligustro selvatico (3.072 esemplari consegnati), seguite da sanguinello (1691), rosa canina (1387), acero campestre (1270), tiglio (1216) e carpino bianco (1115). A seguire, nocciolo (999 esemplari consegnati), alloro (979), leccio (905), farnia (856), ciliegio selvatico (832), tamerice (772), prugnolo (690), tamerice (1518), fusaggine (673), frangola (586), olivello spinoso (556), orniello (550) e acero saccarino (521).

Venendo ai dati per comune, ad Argenta sono stati consegnati 1574 alberi e arbusti, Berra 50, Bondeno 3306, Cento 1592, Codigoro 768, Comacchio 4641, Copparo 307, Ferrara 9046, Fiscaglia 130, Goro 103, Jolanda di Savoia 52, Lagosanto 834, Masi Torello 98, Massa Fiscaglia 74, Mesola 1197, Migliaro 62, Mirabello 21, Ostellato 260, Poggio Renatico 555, Portomaggiore 136, S. Agostino 2, Vigarano Mainarda 685, Voghiera 74, Terre del Reno 206, Riva del Po 483, Tresignana 275

  

In provincia di Ravenna sono stati distribuiti in tutto 33.411 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di oltre 23.100 alberi autoctoni (69% del totale), 9 mila 380 arbusti (28%) e 876 alloctoni (3%). Tra gli altri, grande successo per le piantine di leccio (3.064 esemplari consegnati), seguite da alloro (2947), carpino bianco (2773), ligustro selvatico (1663), farnia (1322), pino domestico (1262) e acero campestre (1228). A seguire, si collocano orniello (1069 esemplari consegnati), nocciolo (901), ciliegio selvatico (887), tamerice (842), rosa canina (836), tamerice (772), frassino ossifillo (813), pallon di maggio (772), prugnolo (758), lantana (687), tiglio (686) e corniolo (614).

Venendo ai dati per comune, ad Alfonsine sono stati distribuiti 874 alberi e arbusti, Bagnacavallo 1007, Bagnara di Romagna 499, Brisighella 1710, Casola Val Senio 361, Castel Bolognese 424, Cervia 6198, Conselice 635, Cotignola 155, Faenza 4799, Fusignano 95, Lugo 778, Massa Lombarda 468, Ravenna 14.300, Riolo Terme 424, Russi 277, S. Agata sul Santerno 25, Solarolo 382.

  

In provincia di Forlì-Cesena sono stati distribuiti in tutto 78.621 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di oltre 48.200 alberi autoctoni (61% del totale), 27 mila 800 arbusti (35%) e 2.549 alloctoni (3%). Tra gli altri, grande successo per le piantine di alloro (14.501 esemplari consegnati), seguite da ligustro selvatico (8288), nocciolo (2842), carpino bianco (2511), rosa canina (2247), acero campestre (1942) e prugnolo (1746). A seguire, tamerice (1657 esemplari consegnati), leccio (1653), corniolo (1651), castagno (1630), crespino (1488), ciliegio selvatico (1417), alaterno (1410), lantana (1367), sanguinello (1346), tiglio (1294), noce (1222), olivello spinoso (1197), orniello (1181), roverella (1134), pallon di maggio (1102), frassino maggiore e fusaggine (1096 ciascuno).

Venendo ai dati per comune, a Bagno di Romagna sono stati distribuiti 1770 alberi e arbusti, Bertinoro 9500, Borghi 1212, Castrocaro 1282, Cesena 25.362, Cesenatico 4827, Civitella 1476, Dovadola 522, Forlì 8174, Forlimpopoli 1562, Galeata 533, Gambettola 1418, Gatteo 1949, Longiano 593, Meldola 1797, Mercato Saraceno 1757, Modigliana 835, Montiano 739, Portico e S. Benedetto 9, Predappio 720, Premilcuore 64, Rocca S. Casciano 451, Roncofreddo 2394, S. Mauro Pascoli 1015, S. Sofia 631, Sarsina 797, Savignano sul Rubicone 2093, Sogliano al Rubicone 3663, Tredozio 165, Verghereto 1311.

 

In provincia di Rimini sono stati distribuiti in tutto 26.137 alberi e arbusti. In particolare, si tratta di oltre 19 mila alberi autoctoni (73% del totale), più di 6 mila arbusti (23%) e quasi mille alloctoni (4%). Tra gli altri, grande successo per le piantine di alloro (9.013 esemplari consegnati), seguite da ligustro selvatico (1932), carpino bianco (1117), nocciolo (1069), tiglio (609), ginestra di Spagna (525) e ciliegio selvatico (507). A seguire, vengono salice e farnia (489 esemplari consegnati ciascuno), acero campestre (413), corniolo (403), leccio (386), noce (384) e orniello (374).

Venendo ai dati per comune, a Bellaria Igea Marina sono stati distribuiti 2173 alberi e arbusti, Cattolica 268, Coriano 1201, Gemmano 165, Maiolo 336, Misano Adriatico 1390, Mondaino 117, Montescudo-Montecolombo 269, Montefiore Conca 474, Montegridolfo 51, Morciano di Romagna 192, Novafeltria 278, Pennabilli 823, Poggio Berni 28, Poggiotorriana 1592, Riccione 1326, Rimini 8894, Saludecio 509, S. Agata Feltria 765, S. Clemente 259, S. Giovanni in Marignano 1280, S. Leo 882, Santarcangelo di Romagna 2482, Torriana 145, Verucchio 1138.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/05/19 09:32:43 GMT+2 ultima modifica 2021-05-19T09:32:43+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina