sabato 26.05.2018
caricamento meteo
Sections

Inquinamento

Tecnici Competenti in Acustica

AVVISO IMPORTANTE PER I DIPLOMATI: scade il 31 agosto 2018 il termine per la "Comunicazione di avvio " dell'attività (vedi punto 3)

SI AVVISANO GLI INTERESSATI CHE IL TERMINE ULTIMO PER L'ISCRIZIONE DEI TECNICI GIA' RICONOSCIUTI E' SCADUTO.

--------------------------------------------------------------------------

Decreto Legislativo n. 42/2017: indicazioni operative.

Con l'emanazione del Decreto Legislativo n. 42/2017, pubblicato in GU n. 79 del 4 aprile 2017 ed entrato in vigore il 19 aprile 2017, sono state apportate significative modifiche alla legge n. 447/95, in particolare per quanto concerne il riconoscimento della figura professionale di Tecnico Competente in Acustica (TCA).

Si rappresenta, in primo luogo, che è stato istituito l’elenco nominativo dei soggetti abilitati a svolgere tale professione presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), sulla base dei dati inseriti dalle Regioni.

L’elenco deve contenere il cognome, il nome, il titolo di studio, il luogo e la data di nascita, la residenza, la nazionalità, il numero di iscrizione (a cura del MATTM) e gli estremi del provvedimento di riconoscimento della qualifica. Con riferimento a quest’ultimo devono essere indicati l’Ente responsabile, il tipo di provvedimento (delibera, determina, etc.) e il numero dello stesso.

Gli interessati possono richiedere la non pubblicazione nell’elenco di alcuni dati, a meno di: nome, cognome, titolo di studio e numero di iscrizione, i quali rimangono obbligatori per tutti. Possono inoltre richiedere la pubblicazione di informazioni facoltative quali l’indirizzo civico, l’indirizzo e-mail, i numeri telefonici, profili social (facebook, twitter, youtube, etc.).

Possono fare domanda d'iscrizione nell'elenco nominativo nazionale:

  1. gli aspiranti tecnici competenti in possesso dei requisiti previsti all’art. 22, commi 1 e 2 del D.Lgs. 42/2017 previa apposita domanda di riconoscimento alla Regione tramite il modello Mod. A .
  2. gli aspiranti tecnici competenti che hanno intrapreso un corso di formazione ai sensi della D.G.R. n. 191/2013 o della D.G.R. n. 1502/2011, che si conclude oltre il 19.04.2017, una volta in possesso dell’attestato del corso, previa richiesta di riconoscimento alla Regione ai sensi della disciplina previgente, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 42/2017 art. 25, comma 2, utilizzando il modello Mod. B.
  3. gli aspiranti tecnici in possesso di diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o maturità scientifica, che hanno maturato esperienza documentabile prima dell’entrata in vigore del Decreto, previa “Comunicazione dell’avvio” delle attività tramite il modello Mod. Com. entro e non oltre il 31 agosto 2018.

 

Con riferimento al precedente punto 3. si specifica che per poter essere iscritti nell’elenco bisogna essere in possesso, ai sensi dell’art. 22, comma 2 del Decreto, dei seguenti requisiti:

a)     aver svolto attività professionale non occasionale in materia di acustica applicata per almeno quattro anni, decorrenti dalla data di "Comunicazione dell'avvio" alla Regione di residenza, in collaborazione con un tecnico competente ovvero alle dipendenze di strutture pubbliche di cui all'articolo 2, comma 8, della legge 26 ottobre 1995, n.   447, attestata da   idonea documentazione;

b)    avere superato con profitto l'esame finale di un corso in acustica per tecnici competenti svolto secondo lo schema riportato nell'allegato 2 del Decreto.

Al termine del percorso di collaborazione di cui al precedente punto a), e del corso di formazione, di cui al precedente punto b), gli aspiranti tecnici competenti in acustica devono inoltrare, per il riconoscimento dell’abilitazione e l’iscrizione nell’elenco nominativo nazionale, domanda alla Regione utilizzando il modello Mod. A, entro il 17 febbraio 2022.

 

Riguardo al precedente punto a) si specifica quanto segue:

  • le attività non occasionali saranno valutate secondo i criteri di cui all’allegato 1 della deliberazione di Giunta Regionale n. 491/2018;
  • possono inoltrare la “comunicazione di avvio” delle attività non occasionali soltanto i soggetti che alla data di entrata in vigore del Decreto, hanno intrapreso un percorso, documentabile, di collaborazione con tecnici competenti già riconosciuti. In tal caso, poiché prima dell’entrata in vigore del Decreto, la normativa regionale non prevedeva la “Comunicazione dell’avvio” delle attività per le esperienze pregresse, la Regione Emilia-Romagna, al pari di altre regioni, ha equiparato alla “Comunicazione dell’avvio”, la prima esperienza documentabile, pregressa di non oltre 6 anni, secondo quando previsto dalla previgente D.G.R. n. 331/2016, con almeno un’annualità valutabile nell’ultimo biennio.

Per le attività suddette, la Regione si riserva la facoltà di fare gli accertamenti di legge.

......................................................................................................................................................

Nelle more di attuazione dell’elenco nazionale è vigente l'elenco regionale dei Tecnici Competenti in Acustica riconosciuti dalle SAC della Regione Emilia-Romagna, aggiornato al 30/5/2017 [pubblicato con BURERT n. 170 del 20/06/2017 -Parte seconda] che è in aggiornamento.

La struttura di competenza cui inoltrare le istanze e le comunicazioni è il Servizio Tutela e Risanamento Acqua, Aria e Agenti Fisici, viale Della Fiera n. 8, 40127 Bologna oppure ambpiani@postacert.regione.emilia-romagna.it e devono recare ad oggetto la dicitura “Tecnico competente in acustica”, sia nelle comunicazioni postali che telematiche.

NOTA BENE

Per le istanze di riconoscimento inviate per posta ordinaria, il Bollo va apposto sul modello di domanda (Mod. A oppure Mod. B.)

Per le istanze di riconoscimento inviate via PEC, il Bollo va apposto sul Modello Bollo, da inviare insieme all'istanza via PEC.

Tutte le comunicazioni future inerenti gli adempimenti disposti dal D.Lgs. 42/2017 saranno pubblicate sul questo sito mentre per le vie brevi è possibile contattare i seguenti nominativi:

Alfonso Albanelli: alfonso.albanelli@regione.emilia-romagna.it (tel. 051 527 6843)

Tanya Fontana: tanya.fontana@regione.emilia-romagna.it (tel. 051 527 6017)

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/06/2017 — ultima modifica 14/05/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it