Legname, autorizzata la raccolta ad uso privato nei corsi d'acqua dell'Emilia-Romagna

Il permesso è stato rinnovato dall'Agenzia regionale per tutto il 2024. On line i moduli per la richiesta

Rinnovata per tutto il 2024 l'autorizzazione dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile alla raccolta del legname in alveo da parte dei privati nei corsi d'acqua dell'Emilia-Romagna.

Date le frequenti ed eccezionali avversità atmosferiche che causano repentini e violenti livelli di piena nei corsi d'acqua, la raccolta è anche un modo per contribuire efficacemente alla riduzione del rischio idraulico velocizzando gli interventi, riducendo la burocrazia e senza costi per l’Amministrazione pubblica.

Anche per quest'anno è dunque autorizzata ad uso familiare - personale e domestico per un massimo di 250 quintali all'anno -, la raccolta manuale del legname caduto nell’alveo o trasportato in prossimità delle sponde in aree demaniali del reticolo idrografico dei fiumi nei territori interessati nel rispetto delle regole stabilite dall'amministrazione.

Per farlo basterà inviare una semplice comunicazione scritta alla sede competente dell’Ufficio territoriale dell’Agenzia regionale e per conoscenza al Comune interessato. Nella comunicazione si dovranno indicare il nominativo del richiedente e il relativo indirizzo e numero di telefono; il corso d’acqua, la località e il tratto interessati; il periodo in cui si svolgerà la raccolta.

Restano invariate le modalità di autorizzazione per la manutenzione di porzioni di pertinenze demaniali per le quali i proprietari confinanti intendono procedere al taglio selettivo di vegetazione arborea e arbustiva. Le autorizzazioni sono rilasciate dall’Ufficio territoriale a seguito di una specifica domanda. Sul portale online i moduli e i riferimenti per la richiesta.

Azioni sul documento

ultima modifica 2024-02-09T10:51:16+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina