Cambiamenti climatici

In atto due consultazioni pubbliche per il clima

l'Unione Europea si apre ufficialmente al contributo della collettività

La Commissione Europea ha più volte dichiarato che la partecipazione dei cittadini, come quella di tutte le realtà economiche e sociali dei Paesi membri, è fondamentale per la riuscita del programma previsto dal Green Deal europeo. È per rendere reale e concreto questo proposito che sono state attivate due consultazioni pubbliche: quella sulla Climate Law (31 Marzo 2020 - 23 Giugno 2020) – ovvero l’atto giuridico che trasforma in legge l'obiettivo fissato dal Green Deal europeo per rendere l'economia e la società europee a impatto climatico zero entro il 2050 – e quella sul Climate Pact (4 Marzo 2020 - 27 Maggio 2020) – che sarà varato a fine 2020, in concomitanza della conferenza dell’ONU prevista a Glasgow il prossimo autunno (COP26).

L’emendamento che potrebbe interessare la proposta di Legge sul Clima, e che ora è aperto al dibattito online, consiste in una modifica degli obiettivi stabiliti per il 2030. La consultazione ha lo scopo di fornire maggiori elementi e punti di vista, prima di valutare la proposta di innalzamento della soglia di riduzione di emissioni dal 40 al 55%, una misura atta a rendere più stringenti i target e le scadenze intermedie, così da facilitare il raggiungimento dell’obiettivo finale. Ad oggi sono più di mille gli interventi pubblicati sulla pagina ufficiale della consultazione online (https://ec.europa.eu/info/law/better-regulation/have-your-say/initiatives/12265-2030-Climate-Target-Plan).  

Il Climate Pact è invece una delle iniziative corollario della Legge sul Clima, che contribuirà al raggiungimento dei suoi obiettivi. Questo Patto vuole essere una raccolta di idee, esperienze, soluzioni ed iniziative provenienti dall'intera comunità, che saranno raccolte dalla Commissione durante le dodici settimane di consultazione (https://ec.europa.eu/info/law/better-regulation/have-your-say/initiatives/12219-European-Climate-Pact). La partecipazione pubblica sarà essenziale ai fini della costituzione del Patto, che intende includere direttamente e attivamente la collettività nella progettazione delle prossime azioni per il clima; azioni volte ad incoraggiare il cambiamento nei settori in cui è più fondamentale ed urgente – quali la mobilità, l’energia e l’edilizia – ed al contempo incentivare cambiamenti di comportamento e scelte di consumo sia individuali che collettive.

Attraverso queste due consultazioni l’UE manda chiaro il messaggio che ritiene necessario coinvolgere tutte le parti interessate, compresa la società civile, per raggiungere gli obiettivi del Green Deal e della Climate Law. Inoltre, sancisce inequivocabilmente l’impegno a mantenere la lotta ai cambiamenti climatici e il raggiungimento della sostenibilità ambientale ai primi posti dell’agenda europea.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina