Transizione ecologica e cambiamenti climatici

Dall'Italia una via innovativa per contrastare il surriscaldamento globale e l'acidificazione degli oceani

Il contributo arriva dal progetto di ricerca “DESARC-MARESANUS” del Politecnico di Milano

Il progetto di ricerca “DESARC-MARESANUS” – diretto dal Politecnico di Milano e dal Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici con la collaborazione della startup CO2APPS e il supporto finanziario di Amundi – sta sperimentando soluzioni alternative al tradizionale stoccaggio geologico della CO2, mediante tecniche testate su ampia scala nel Mare Mediterraneo.

Il processo prevede di isolare la CO2 dalle biomasse e dal carbone, stoccandola e restituendo come sottoprodotti idrogeno utilizzabile per produrre energia pulita e calce idrata; spargendo quest’ultima sulla superficie marina si stimola una reazione spontanea che aumenta sia l’alcalinizzazione delle acque che la quantità di CO2 atmosferica assorbita.

Il 4 e 5 febbraio 2020, a un anno dall’inizio del progetto, sono stati presentati a Milano i primi risultati: a fronte di un costo economico allineato ai prezzi previsti sul mercato del carbonio il procedimento Maresanus consentirebbe nei prossimi 20 anni di innalzare di 0.05 punti il pH delle acque superficiali e di rimuovere 2.700 Mton di CO2 atmosferica, contribuendo così a contrastare due problemi ambientali di grande rilevanza.

Azioni sul documento

ultima modifica 2020-02-19T10:40:53+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina