Difesa del suolo, costa e bonifica

Direttive

"Linee guida per il recupero ambientale dei siti interessati dalle attività estrattive in ambito golenale di Po nel tratto che interessa le province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia."

Approvate con Delibera della Giunta Regionale n.2171 del 27 dicembre 2007

Le linee guida forniscono indirizzi ed indicazioni metodologiche per la realizzazione della riqualificazione naturalistica ed ambientale dell’ambito golenale con l’obiettivo di ripristinare gli equilibri naturali alterati, di favorire la conservazione e lo sviluppo della biodiversità vegetale ed animale e di migliorare le funzioni e le valenze ambientali e paesaggistiche, senza trascurare le garanzie di sicurezza idraulica ed una buona pratica di gestione dei sedimenti, secondo quanto prescritto dalla pianificazione di bacino.

 

"Direttiva per la redazione e l'approvazione delle perimetrazioni degli abitati dichiarati da consolidare o da delocalizzare, ai sensi dell'art. 25 della L.R. 7/2004"

Approvata con Deliberazione della Giunta Regionale n. 1481 del 8-10-2007
L'adozione di questa direttiva si è resa necessaria al fine di rendere omogenee le modalità di approvazione delle perimetrazioni degli abitati da consolidare o delocalizzare ai sensi dell' art. 25 della L.R. 7/2004 (pdf, 141.0 KB)

Indirizzo e coordinamento per l'esercizio delle funzioni di vigilanza sull'applicazione delle norme di polizia delle miniere e delle cave di cui al D.P.R. 128/59 e s.m.i.

Approvato con deliberazione della giunta regionale n.883 del 18 giugno 2007

Tale deliberazione ricade nelle competenze della Giunta Regionale in virtù di quanto disposto dall'art. 26 della L.R. 17/91 e art. 33 della L.R. 43/2001, ed è il frutto di un lungo e proficuo confronto svoltosi all'interno del Gruppo di lavoro costituito con determinazione del Direttore Generale all'Ambiente e Difesa del Suolo n. 9427 del 29 giugno 2006 e n. 11330 del 22 agosto 2006, tra i funzionari della Regione e delle Province che si occupano del settore, con lo scopo di ricercare e valutare gli orientamenti comuni, e quindi condivisi, da assumere in materia di polizia mineraria per cave e acque minerali e termali. La direttiva analizza principalmente le competenze dell'applicazione del D.P.R. 128/59 ed i ruoli dei soggetti attuatori di tali competenze.

 

Procedure amministrative e norme tecniche relative alla gestione del vincolo idrogeologico, in attuazione degli artt. n148, 149, 150 e 151 della L.R. 21 aprile 1999, n. 3 “Riforma del sistema regionale e locale”

Approvate con deliberazione della Giunta regionale n. 1117 del 11 luglio 2000

La L.R. n. 3/1999 ha avviato un processo di redistribuzione delle competenze e delle funzioni dal livello regionale a quello delle autonomie territoriali, mirato a conseguire l’avvicinamento dei compiti e delle funzioni alla domanda ed a facilitare l’accesso ai servizi della pubblica amministrazione da parte dei cittadini. In tale contesto ha ridefinito anche la disciplina del vincolo idrogeologico, nell’ottica della semplificazione e dello snellimento delle procedure, senza perdere l’efficacia della tutela esercitata sul territorio. La direttiva declina le procedure amministrative e le norme tecniche relative alla gestione del vincolo idrogeologico in questo quadro.

 

 

Criteri progettuali per l’attuazione di interventi in materia di difesa del suolo nel territorio della Regione Emilia-Romagna

Approvati con deliberazione della Giunta regionale n. 3939 del 6 settembre 1994

La direttiva costituisce applicazione dell’obiettivo della Regione di sviluppare una coerente ed efficace tutela dell’ambiente e del paesaggio, con particolare riguardo alla rinaturalizzazione degli ambiti fluviali, attraverso lo sviluppo di una corretta pratica di gestione degli stessi che miri a restituire loro lo spazio indispensabile ad assicurare la sicurezza idraulica e la qualità ambientale. La direttiva stabilisce principi vincolanti cui devono attenersi i Servizi regionali che operano in materia di difesa del suolo, nonché gli Enti eventualmente concessionari per la realizzazione di interventi nel settore, nelle diverse fasi della programmazione, della progettazione, approvazione ed esecuzione delle opere di competenza regionale. Costituisce altresì riferimento per la valutazione delle opere di difesa del suolo di competenza di altri soggetti, pubblici o privati, o per il rilascio di autorizzazioni o nulla-osta.

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/02/15 11:05:00 GMT+1 ultima modifica 2015-05-08T12:27:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina