Difesa del suolo, costa e bonifica

Modalità di lavoro e modello organizzativo

   L’organizzazione delle attività è stata impostata tenendo conto della complessità tecnica degli obiettivi richiesti dalla Direttiva e dalla articolazione delle competenze in materia di difesa del suolo nel contesto regionale.

Le attività in corso vengono svolte unitamente e con il supporto delle Autorità di Bacino nazionali e con la collaborazione delle Autorità di Bacino regionali, dell’Agenzia di Protezione Civile, dei Servizi regionali, dei Consorzi di Bonifica e Urber, di ARPA, in base alle diverse competenze che cooperano concretamente nella definizione di metodologie, raccolta, gestione e elaborazione dei dati necessari alla mappatura di pericolosità ed alla valutazione del rischio inondazioni.

A tale fine è stato dapprima istituito con Det. n. 3757 del 5/04/2011 (pdf, 165.51 KB)  un apposito Gruppo di Lavoro per l’attuazione del D.Lgs. 49/2010 con l’obiettivo specifico di lavorare alla predisposizione delle mappe della pericolosità e del rischio di alluvioni.

Successivamente, entrati nella fase di elaborazione dei Piani di Gestione del Rischio di Alluvioni, sono stati istituiti (D.G.R. 1244/2014 (pdf, 320.02 KB)) uno Staff di Indirizzo e uno Staff Tecnico, responsabili della individuazione delle strategie dei Piani e della definizione degli aspetti tecnici, e una Cabina di Regia, organo dedicato alla progettazione e gestione del processo di informazione, comunicazione e partecipazione. 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina