venerdì 20.10.2017
caricamento meteo
Sections

Difesa del suolo, servizi tecnici e autorità di bacino

Le Autorità di Bacino

Le AdB nella Regione Emilia-Romagna: Soppressione e subentro dell’Autorità di bacino distrettuale Con la pubblicazione sulla G.U. n. 27 del 02/02/2017, entra in vigore da venerdì 17 febbraio 2017 il Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 25 ottobre 2016 che disciplina l'istituzione delle Autorità di Bacino Distrettuali, sono pertanto soppresse le Autorità di Bacino nazionali, interregionali e regionali di cui alla L. 183/1989.

Soppressione delle Autorità di Bacino e subentro dell’Autorità di bacino distrettuale

Distretto Padano
Distretto Padano

Venerdì 17 febbraio 2017 (con la pubblicazione nella G.U.R.I. n. 27 del 2 febbraio 2017) entra in vigore il D.M. 25 ottobre 2016 che disciplina l’attribuzione e il trasferimento della soppressa Autorità di bacino interregionale del fiume Reno alla Autorità di bacino del Po del Distretto Padano.

Il D.M. 25 ottobre 2016 che sopprime le Autorità di bacino nazionali, interregionali e regionali e disciplina l’attribuzione e il trasferimento del personale e delle risorse strumentali e finanziarie alle Autorità di bacino distrettuali.

Le Autorità di bacino interregionali del fiume Reno e del Marecchia-Conca e l’Autorità dei Bacini Regionali Romagnoli confluiscono pertanto nell’Autorità di bacino distrettuale del Fiume Po.

 

Sino all’entrata in vigore del D.P.C.M. di cui all’art. 63, comma 4 del D.lgs. 3 aprile 2006, n. 152, che sancirà il subentro dell’autorità distrettuale in tutti i rapporti, attivi e passivi, delle autorità di bacino di cui alla legge 18 maggio 1989, n. 183, l’Autorità di bacino del fiume Po assicurerà la continuità amministrativa nel distretto idrografico del fiume Po.

Nell’intento quindi di gestire la fase di passaggio dalle autorità di bacino a quelle distrettuali garantendo la prima operatività di queste ultime, tutti i soggetti pubblici e privati sono invitati - a far data dal 17 febbraio 2017 - ad indirizzare all’Autorità di bacino del fiume Po, ogni istanza/comunicazione concernente l’esercizio delle funzioni e delle competenze ascritte all’Autorità di bacino del Reno, all’Autorità di Bacino del Marecchia-Conca e all’Autorità dei Bacini Regionali Romagnoli, soppresse dalla medesima data.

Autorità di bacino del fiume Po - Via Garibaldi. 75 - 43100 Parma

protocollo@postacert.adbpo.it    urp@adbpo.it


Per approfondire:

Nuovo portale istituzionale dell'ente Autorità di bacino del fiume Po

Dall'Autorità di bacino all'Autorità di distretto: avviato il percorso attuativo

Prime disposizioni attuative per l’adozione di Progetti di Variante PAI nelle soppresse Autorità di Bacino

Decreto del Segretario Generale dell’Autorità di bacino del fiume Po n.32 del 16 febbraio 2017

Art.12 del DM 25 ottobre 2016 (recante “Disciplina dell’attribuzione e del trasferimento alle Autorità di bacino distrettuali del personale e delle risorse strumentali, ivi comprese le sedi, e finanziarie delle Autorità di bacino, di cui alla legge 18 maggio 1989, n. 183).  Provvedimenti organizzativi e funzionali urgenti per assicurare lo svolgimento delle funzioni distrettuali a seguito della soppressione delle Autorità di bacino di cui alla legge 18 maggio 1989, n. 183 e fino all’entrata in vigore dei DPCM emananti ai sensi dell’art. 63, comma 4 del D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i. Istituzione di un tavolo di coordinamento tra l’Autorità di bacino nazionale del fiume Po e le Regioni interessate dai bacini idrografici regionali e interregionali di cui ai numeri 2 – 7 dell’art. 64, comma 1, lett. B).

Decreto del Segretario Generale dell’Autorità di bacino del fiume Po n.46 del 17 marzo 2017

Integrazioni al Decreto S.G. n.32 del 16 febbraio 2017. Ulteriori provvedimenti organizzativi e funzionali urgenti per assicurare lo svolgimento provvisorio delle funzioni distrettuali a seguito della soppressione delle Autorità di Bacino di cui alla legge 18 maggio 1989, n.183 e fino all’entrata in vigore dei DPCM emananti ai sensi dell’art. 63, comma 4 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i., in adempimento dell’art. 12 del DM 25 ottobre 2016.

Decreto del Segretario Generale dell’Autorità di bacino del fiume Po n.98 del 31 maggio 2017

Art.12 del DM 25 ottobre 2016: adozione dei primi provvedimenti organizzativi e funzionali per l’attuazione dello Statuto dell’Autorità del Distretto Idrografico del Fiume Po (adottato con Deliberazione n. 1/2017 della Conferenza Istituzionale Permanente) e disposizioni per il riordino delle funzioni consultive già attribuite alle soppresse Autorità interregionali e regionali dei bacini idrografici di cui ai numeri 2 – 7 dell’art. 64, comma 1, lett. B) del Dlgs. 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i. dalle Norme di Attuazione dei rispettivi strumenti della pianificazione per l’assetto idrogeologico.

D.M. 25 ottobre 2016

Estratto da G.U. n. 27 del 02/02/2017 il Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 25 ottobre 2016 che disciplina l'istituzione delle Autorità di Bacino Distrettuali.

Dalla data del 17/02/2017 sono stati quindi interrotti gli aggiornamenti del sito, tali pagine rimarranno comunque consultabili per un adeguato periodo di transizione.  Per visualizzare la storia delle Autorità di Bacino

Azioni sul documento
Pubblicato il 07/12/2011 — ultima modifica 16/06/2017
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it