Rifiuti, siti contaminati e servizi pubblici ambientali

La gestione dei servizi pubblici ambientali

Cosa fa la Regione

La Regione Emilia-Romagna si occupa di due tipologie di servizi pubblici ambientali: la gestione dei rifiuti urbani ed il servizio idrico integrato.

Il Servizio di gestione dei rifiuti urbani

La gestione integrata dei rifiuti urbani è l'insieme delle attività di raccolta, raccolta differenziata, commercializzazione e avvio a smaltimento e recupero, nonché smaltimento completo di tutti i rifiuti urbani e assimilati. Può comprendere le attività di gestione e realizzazione degli impianti.

Sull'onda della riorganizzazione della discipline delle risorse idriche contenuta nella legge n. 36/94, si è affermata la consapevolezza circa l'opportunità di promuovere anche per il settore dei rifiuti iniziative di riassetto generale, sia per quanto riguarda il rapporto tra pianificazione e gestione dei servizi sia per quanto riguarda l'attuazione di politiche di contenimento dell'impatto che la produzione di rifiuti determina sul territorio.

L'entrata in vigore del Decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 ("Decreto Ronchi") ha rappresentato un'innovazione e un avanzamento verso l'adozione di una politica economica e ambientale dei rifiuti adeguata alle esigenze odierne; con esso si è ampliato notevolmente il campo di interesse delle politiche di regolazione pubbliche, affiancando ai temi dell'igiene urbana in senso stretto, il più vasto tema della protezione ambientale. In Emilia-Romagna il concetto di servizio di gestione dei rifiuti urbani è stato introdotto con la L.R. 25/1999.

Attualmente, come per il servizio idrico integrato, anche la gestione dei rifiuti urbani e assimilati è disciplinata dal D.Lgs. n. 152/2006, in particolare dalla parte quarta, e in Emilia-Romagna dalla L.R. 23/2011. 

Il Servizio Idrico Integrato

Per Servizio Idrico Integrato, si intende l'insieme ottenuto dall'unificazione verticale dei diversi segmenti di gestione dei servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione d'acqua a usi civili, di fognature e depurazione delle acque reflue.

Il concetto di S.I.I. fu introdotto a livello nazionale con la L. 36/94 (la cosiddetta Legge Galli) al fine di ridurre la frammentazione gestionale e per la prima volta regolamentato in Emilia Romagna con la L.R. 25 del 1999 ormai sostituita da successive normative.

A chi rivolgersi

Direzione Generale Cura del Territorio e dell'Ambiente
Servizio giuridico dell'ambiente, rifiuti, bonifica siti contaminati e servizi pubblici ambientali
Viale della Fiera, 8
40127 Bologna
tel. 051.527.6078 / 6003 / 6061
fax 051.527.6058/ 6056
email servrifiuti@regione.emilia-romagna.it
PEC servrifiuti@postacert.regione.emilia-romagna.it

Direzione Generale Cura del Territorio e dell'Ambiente
Osservatorio regionale servizi idrici e gestione rifiuti urbani
Viale della Fiera, 8
tel.: 051 527.6856
fax: 051 527.6058
email: Osssiiesu@regione.emilia-romagna.it

Per approfondire

Pubblicazioni

Rapporto servizi di gestione rifiuti urbani

I report elaborati annualmente dall'Osservatorio sui servizi ambientali della Regione Emilia-Romagna sintetizzano: le gestioni in essere, la produzione di rifiuti urbani, l'impiantistica, il regime tariffario, i costi di servizio, i costi per gli utenti, le articolazioni tariffarie all'utenza.

Vedi tutti gli ultimi rapporti servizi rifiuti pubblicati

Report servizi idrici integrati

Il report elaborato annualmente dall'Osservatorio sui servizi ambientali della Regione Emilia-Romagna che sintetizza: le gestioni in essere, le voci di costo della tariffa idrica, le tariffe domestiche e non domestiche nei diversi bacini tariffari.

Vedi tutti gli ultimi rapporti SII pubblicati

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/10/31 15:40:00 GMT+1 ultima modifica 2020-12-03T16:13:28+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina