martedì 17.07.2018
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

Caratterizzazione e distribuzione dei siti

Le aree ricche di biodiversità costituiscono i nodi e i corridoi ecologici che danno forma alla rete Natura 2000

La foresta allagata di Punte Alberete RA. Foto Nicola Merloni, Mostra e Catalogo Biodiversità in Emilia-Romagna 2003L’istituzione di 139 Siti di Importanza Comunitaria (SIC) per la tutela degli ambienti naturali e di 87 Zone di Protezione Speciale (ZPS) per la tutela dell'avifauna rara costituisce un traguardo importante per la realizzazione di una rete di aree (158 in tutto finora individuate) ad elevato pregio ambientale. Rete Natura 2000 vige attualmente per 269.408 ettari corrispondenti a circa il 12% dell’intero territorio regionale. Considerando anche le aree protette (Parchi e Riserve Naturali regionali e statali) esterne alla rete, si raggiunge la quota di 354.595 ettari (15,8% della superficie regionale), considerando anche Aree di riequilibrio ecologico e Paesaggi protetti facenti parte dell'ultima riorganizzazione complessiva delle Aree protette stabilita in base alla Legge regionale 23 dicembre 2011, n. 24.

Si tratta di un patrimonio naturale unico ed irripetibile, inserito in un territorio variegato e ricco di peculiarità: per oltre ventimila chilometri quadrati la vasta pianura continentale, la costa sabbiosa e l’estesa coltre appenninica, non particolarmente elevata (solo un paio di siti oltrepassano, di poco, i 2.000 m) ma di conformazione quasi sempre aspra e tormentata, conferiscono caratteri di estrema variabilità alla rete ecologica regionale. Elevatissima, dunque, risulta essere la biodiversità propria di questo territorio, accentuata dalla dislocazione geografica, vero e proprio limite di transizione tra il Continente fresco ed umido ed il Mediterraneo caldo ed arido.

Il paesaggio dell’Emilia-Romagna, che trae le proprie caratteristiche dal complesso e millenario rapporto tra vicende naturali e modificazioni antropiche, peraltro drasticamente irreversibili in quasi tutta la pianura, rispecchia questa ampia varietà in una serie quasi infinita di varianti naturali, a volte di notevole estensione (la Sacca di Goro, il Grande Po, le Foreste Casentinesi, le praterie dei monti Cimone e Cusna), più spesso di ridotta e frammentata superficie, limitata in recessi quasi nascosti, veri e propri microcosmi brulicanti di vita, ma sempre di grande rilevanza naturalistica.

I SIC e le ZPS, coincidenti dal 2012 in 68 casi e localizzati in corrispondenza di 158 aree distribuite da Piacenza a Rimini e dal Po al crinale appenninico, annoverano 1 area marina, 7 aree costiere e 11 subcostiere, con ambienti umidi salati o salmastri e con le pinete litoranee; 50 aree di pianura, con ambienti fluviali, zone umide d’acqua dolce e gli ultimi relitti forestali planiziali; 64 di collina e bassa montagna, con prevalenza di ambienti fluvio-ripariali (7), forestali di pregio (10) oppure rupestri, spesso legati a formazioni geologiche rare e particolari come gessi, calcareniti, argille calanchive e ofioliti (47); 25 di montagna a quote prevalenti superiori agli 800 m, con estese foreste, rupi, praterie-brughiere di vetta e rare torbiere, talora su morfologie paleoglaciali (10).

Rappresentazione schematica dei 153 siti di Rete Natura 2000 distinti in base al tipo ambientale prevalente: 68 acquatici (fluviali, d'acqua dolce o di ambienti salmastri, anche uno marino), 49 rocciosi (geositi ofiolitici, calcarenitici, carsico-gessosi, calanchivi o di terrazzo sabbioso) e 36 tra forestali di pregio o di prateria d'altitudine, quest'ultima prevalentemente su morfologie paleoglaciali. Sistema informativo del Servizio Parchi e Risorse forestali della Regione Emilia-Romagna
Rappresentazione schematica dei 158 siti di Rete Natura 2000 distinti in base al tipo ambientale prevalente: 71 acquatici (fluviali, d'acqua dolce o di ambienti salmastri, anche uno marino), 50 rocciosi (geositi ofiolitici, calcarenitici, carsico-gessosi, calanchivi o di terrazzo sabbioso) e 37 tra forestali di pregio o di prateria d'altitudine, quest'ultima prevalentemente su morfologie paleoglaciali. Sistema informativo del Servizio Parchi e Risorse forestali della Regione Emilia-Romagna

Rappresentazione schematica dei 153 siti di Rete Natura 2000 distribuiti in base alla fascia morfo-altitudinale d'appartenenza: 19 si trovano presso la costa, 47 in pianura (proporzionalmente la fascia più estesa ma anche la più povera di siti), 62 in collina e ambienti submontani al di sotto degli 800 m di quota e 25 in montagna. Sistema informativo del Servizio Parchi e Risorse forestali della Regione Emilia-Romagna
Rappresentazione schematica dei 158 siti di Rete Natura 2000 distribuiti in base alla fascia morfo-altitudinale d'appartenenza: 19 si trovano presso la costa, 50 in pianura (proporzionalmente la fascia più estesa ma anche la più povera di siti), 64 in collina e ambienti submontani al di sotto degli 800 m di quota e 25 in montagna. Sistema informativo del Servizio Parchi e Risorse forestali della Regione Emilia-Romagna

 

Approfondimenti

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/05/2012 — ultima modifica 04/01/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it