Geologia, sismica e suoli

in_Sea

Il sistema informativo degli usi antropici del mare (in_Sea) gestisce i dati relativi alle principali attività che si svolgono in mare (pesca, difesa, navigazione, porti, sfruttamento idrocarburi, ecc.)

simbolo
Accedi al sito
in_Sea

 

Nell’ambito di una corretta gestione dei rischi costieri e dello sfruttamento delle risorse è fondamentale la conoscenza degli usi del territorio includendo in esso anche l’area marina. Per questi motivi, oltre che per Il sistema informativo degli usi del mare predisporre gli strumenti utili alla futura pianificazione dello spazio marittimo, il SGSS ha avviato la costruzione del geodatabase dell’ uso antropico del mare; uno strumento tecnico che permette di evidenziare le criticità legate alla sovrapposizione di usi diversi e/o allo sfruttamento delle risorse.

Il geodatabase degli usi del mare è uno strumento in divenire, strettamente collegato al geodatabase per la gestione dei depositi di sabbie sottomarine, presenta una struttura particolare, studiata per meglio rappresentare la multidimensionalità dell’ambiente marino e la sua dinamicità volumetrica e temporale.

Come prima approssimazione i dati sono archiviati sulla base del livello marino coinvolto (sottofondo, fondo,colonna d’acqua e superficie) e della distanza dalla costa (entro le acque territoriali-onshore e oltre le acque territoriali-offshore).

I tematismi attualmente presenti nel geodatabase sono differenziati in:

  • Pesca: con attrezzi trainati, volante, draghe e piccola pesca costiera. (divieti assoluti e temporanei). Aree di concessione per molluschicoltura.
  • Difesa: aree militari e relativi divieti temporanei ed assoluti; aree di pericolo per la presenza di ordigni bellici.
  • Navigazione: lo schema di separazione del traffico commerciale, le zone di allibo, le rade, i corridoi di uscita dai porti. E’ prevista l’implementazione con informazioni relative ai flussi di traffico (rotte e dimensione dei flussi).
  • pubblicazione MARE… istruzioni per l’uso - versione 2.0Impianti sottomarini per lo sfruttamento degli idrocarburi: pozzi, piattaforme, cavi e condotte, e le relative restrizioni per la pesca e la navigazione
  • Sfruttamento dei giacimenti di sabbie sottomarine e scarico di sedimenti
  • Porti: categorie, tipi di flotte e relativi vincoli
  • Restrizioni: aree di restrizione, vincoli, divieti e pericoli per le attività che si svolgono in mare (navigazione, transito, sosta, ancoraggio, pesca, balneazione).

Gli sviluppi del geodatabase dell’uso del mare nell’ambito del progetto europeo Shape

A partire da giugno 2011 la Direzione Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa della Regione Emilia-Romagna coordina il progetto Europeo Shape (Shaping an Holistic Approach to Protect the Adriatic Environment) finanziato dalla Unione Europea attraverso il programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico 2007-2013. SHAPE mira allo sviluppo di un sistema di governance multilivello ed intersettoriale delle risorse naturali e della prevenzione dei rischi, che superi i conflitti tra usi esercitati nelle aree costiere e nel mare Adriatico. L’attività di progetto promuove inoltre l’applicazione del Protocollo sulla gestione integrate delle zone costiere in Mediterraneo e la Roadmap sulla pianificazione spaziale marittima in Adriatico (http://www.shape-ipaproject.eu/).

In questo contesto il SGSS sta ampliando le banche dati con tematismi nuovi e sta collaborando allo sviluppo di strumenti di verifica a supporto delle scelte pianificatorie, quali:

  • la rappresentazione sinottica delle attività marittime e dello stato biologico, chimico e fisico dell’ambiente marino;
  • l’analisi delle criticità nella sovrapposizione di usi e conservazione dell’ambiente;
  • le “carte tecniche del mare” .

Le carte tematiche degli usi antropici del mare

A partire dai dati archiviati nel Sistema Informativo del Mare e della Costa sono state elaborate quattro mappe tematiche (Tavole) che illustrano le principali attività che si svolgono a mare suddivise per livello marino maggiormente coinvolto (sottofondo marino, fondo marino, colonna d’acqua e superficie):

  • Tavola 1 - Esplorazione e sfruttamento delle risorse - Sottofondo marino
  • Tavola 2 - Impianti di sfruttamento e risorse superficiali - Fondo marino
  • Tavola 3 - Maricoltura e zone di interesse ecologico-ambientale -. Colonna d’acqua
  • Tavola 4 - Aree di restrizione delle attività antropiche - Superficie

Le tavole, corredate delle relative note illustrative sono state pubblicate in occasione del Convegno 7° Euregeo 2012  in forma di cofanetto, intitolato MARE…istruzioni per l’uso – versione 2.2 (2014). 

 

Allegati

 

 

Link e documenti

 

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina