Geologia, sismica e suoli

Progetti europei

Progetto europeoSHAPE

SHAPE (Shaping an Holistic Approach to Protect the Adriatic Environment between coast and sea) è un progetto che coinvolge tutte le Regioni Adriatiche con l’obiettivo di gettare le basi per la protezione e lo sviluppo sostenibile dell’ambiente marino costiero.  L’obiettivo strategico del Progetto SHAPE è di sviluppare un sistema di gestione integrato delle zone costiere dell’intero bacino adriatico utilizzando un approccio di tipo olistico e interdisciplinare  che tiene in considerazione sia la gestione delle risorse naturali, che la prevenzione dei rischi e la risoluzione dei conflitti che inevitabilmente scaturiscono tra usi e utilizzatori del mare e della costa. Le attività di progetto sono rivolte alla promozione e applicabilità del protocollo ICZM ed al protocollo "Roadmap for Maritime Spatial Planning in the Adriatic region".

Informazioni: Shape-ipaproject

Final conference of SHAPE Bologna, 20th February 2014

 

MAREMED 

progetto europeoMAritime REgions cooperation for MEDiterranean
Il progetto MAREMED è un esempio di attuazione dello strumento di cooperazione territoriale transnazionale – area Mediterraneo (Programma MED).
Pro­getto finalizzato a rafforzare il co­ordinamento tra le politiche marittime regionali, quelle nazionali ed euro­pee sui temi della Gestione Integrata delle Zone Costiere. L’inquinamento ma­rino, l’adattamento alle conseguenze del cambiamento clima­tico, le produzioni ittiche, la ricerca in mare, i trasporti e la sicurezza ma­rittima, sono i temi del progetto.
 

progetto europeoCOASTANCE (2009-2012)

Nasce e si sviluppa a partire dai risultati di precedenti progetti Europei, in particolare di BEACHMED (INTERREG 3B Medocc), BEACHMED-e (INTERREG 3C sud) e SAFECOAST (INTERREG 3B North sea), che hanno sviluppato i temi della protezione costiera, i primi due per il bacino del Mediterraneo, il terzo per il Mare del Nord, e dell’iniziativa EUROSION, commissionata dalla DG Ambiente della Commissione Europea, che ha evidenziato lo stato, gli impatti e l’evoluzione dell’erosione costiera in Europa. Gli obiettivi del progetto sono la realizzazione di nuovi strumenti per la difesa della costa, la previsione del rischio di sommersione e la lotta all'erosione. Nell’ambito delle attività del progetto europeo Coastance, di cui la Regione è partner, è stata realizzata una riorganizzazione dei dati e delle informazioni sulla costa che permette di analizzare in tempo reale la situazione del litorale, in termini di bilancio sedimentario, fenomeni erosivi, interventi realizzati, subsidenza, elementi morfologici della spiaggia emersa e sommersa e direzione del trasporto solido lungo costa.

Informazioni:

 

MICORE progetto europeoMICORE (2008-2011)

Il progetto MICORE, Morphological Impact and COastal Risks induced by Extreme storm events, finanziato  nell’ambito del VII Programma Quadro è un progetto di ricerca che ha coinvolto 16 partner, tra enti pubblici, Università e società, di nove Paesi. L’obiettivo principale del progetto era la realizzazione di un sistema di allerta (EWS - Early Warning System) a supporto delle strategie di intervento della Protezione Civile per ridurre i rischi costieri e in grado di fornire una stima affidabile degli impatti morfologici prodotti da tali fenomeni. Il progetto, avviato nel giugno 2008, ha avuto una durata di 40 mesi.

Il lavoro svolto durante il progetto MICORE ha permesso di introdurre importanti innovazioni nella gestione del rischio e nei piani di intervento di protezione civile in ambito costiero. La realizzazione di nove sistemi di allerta per i rischi da mareggiata, operativi on-line, dimostra l’applicabilità di questo strumento per la previsione degli impatti da mareggiata. Tali prototipi gettano le basi per una maggiore diffusione in Europa rispettando i seguenti principi:

  • Utilizzo di una struttura generale flessibile da adattare in funzione dei diversi ambienti costieri;
  • Utilizzo di software gratuiti e open source, che non richiedono una licenza commerciale;
  • Implementazione delle funzionalità del sistema di allerta sulla base delle necessità degli utilizzatori.

Sarebbe conveniente quindi l’investimento di risorse per lo sviluppo di sistemi di allerta su ampia scala, a livello regionale, nazionale e comunitario. Questi schemi possono essere affiancati ad altri già esistenti, come quelli per gli tsunami e le alluvioni. Si sottolinea infine che il costante monitoraggio di eventi di mareggiata è di fondamentale importanza sia per controllare l’evoluzione temporale del fenomeno in Europa sia per una ulteriore validazione dei sistemi di allerta.

Altre informazioni:

 

progetto europeoPLANCOAST (2006-2008)

Nell'ambito delle azioni strategiche inerenti la fascia costiera, la Regione Emilia-Romagna ha partecipato al Progetto “PlanCoast - Spatial Planning in Coastal Zones” nel Programma ad iniziativa comunitaria INTERREG III B CADSES (2006 – 2008).

L’obiettivo del progetto europeo è stato  fornire, a tutti i paesi europei che hanno affaccio sul mare, una serie di strumenti e di raccomandazioni utili ad effettuare una pianificazione efficace delle aree costiere e marittime, allineata ai principi della Gestione Integrata delle zone costiere.

Informazioni: Progetto PlanCoast

 

Progetto europeoCADSEALAND - Interazione terra-mare: evoluzione e stato della costa in CADSES  (2004-2006)

Il progetto CADSEALAND, nasce dal tentativo di affrontare le problematiche connesse con i fenomeni di erosione costiera e le complesse interazioni tra l’ambiente costiero e i bacini fluviali nel contesto di una visione integrata di interazione terra-mare (ICZM).
Due le principali linee direttrici del progetto: da un lato garantire l’intervento rispetto alle situazioni di emergenza in aree specifiche, dall’altro sviluppare degli standards generali per la definizione dello stato delle coste, della loro gestione, evoluzione e delle cause che la condizionano

Informazioni: Progetto Cadsealand  

progetto europeoGemellaggio A.G.I.R.E. POR

per il supporto alla Regione Campania nel settore della difesa della costa e sviluppo di un Sistema Informativo regionale della Costa.

Informazioni: A.G.I.R.E. POR

Azioni sul documento

pubblicato il 2011/12/19 17:55:00 GMT+2 ultima modifica 2018-11-24T20:25:14+02:00
Hanno contribuito: Perini Luisa, Calabrese Lorenzo, Lorito Samantha, Luciani Paolo

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina