Geologia, suoli e sismica

Sisma 2012. Le conoscenze geologiche 10 anni dopo

Un convegno per non dimenticare e per condividere le nuove conoscenze sulla pericolosità sismica del sottosuolo padano. Venerdì 27 maggio 2022 a Bologna presso la Sala 20 maggio 2012 in Viale della Fiera 8

In occasione del decennale del sisma Emilia 2012, l’area Geologia, Suoli e Sismica della Direzione Generale Cura del Territorio e dell’Ambiente ha voluto ricordare questo anniversario rendendo patrimonio comune i risultati dei principali approfondimenti geologici, geotecnici e geofisici realizzati in seguito al sisma.

Dieci anni sono passati dal 20 maggio 2012 quando, alle 01:13, una scossa di magnitudo 4.2 diede inizio a una sequenza sismica che ha duramente colpito la pianura emiliana e l’Oltrepò mantovano. Nelle due settimane successive, almeno 14 sono state le scosse capaci di causare danni (magnitudo ≥ 4.5), di cui 6 di magnitudo > 5; le più forti il 20 maggio alle 04:03 (magnitudo 6.09) e il 29 maggio alle 09:00 (magnitudo 5.9). Solo alla fine è stato possibile il rilievo degli effetti macrosismici, stimati fino all’VIII grado.

Il sisma del 2012 ha causato 28 vittime, 300 feriti e oltre 45.000 sfollati; la stima dei danni ha superato i 13 miliardi di euro con un forte impatto sulle attività produttive.

Le scosse più forti hanno innescato anche diffusi fenomeni di liquefazione che, localmente, hanno aggravato il bilancio dei danni e reso più complicata la ricostruzione.

 

Conoscere per agire

Numerosi sono stati gli studi e gli approfondimenti sulle cause e gli effetti di questo sisma, avviati subito a ridosso delle prime scosse sia dalla Regione o ai quali la Regione ha attivamente partecipato.

Le reti sismiche nazionali e quelle locali, installate temporaneamente, hanno permesso l’acquisizione di un’ingente mole di nuovi dati sismologici che, incrociati con quelli geofisici e stratigrafici già in possesso della Regione, hanno consentito di aggiornare le conoscenze sulla pericolosità sismica e le caratteristiche sismotettoniche del sottosuolo padano.

Oggi a 10 anni di distanza da quei tragici eventi, il livello delle conoscenze sul sottosuolo della pianura emiliano-romagnola è estremamente più dettagliato e le aree epicentrali del sisma sono oggetto di un grande lavoro di sintesi e messa a sistema delle conoscenze anche grazie ai finanziamenti del Progetto di Cartografia Geologica d’Italia alla scala 1:50.000 (Progetto CARG).

Il Convegno

I risultati di questi studi sono oggetto del Convegno “Le conoscenze geologiche 10 anni dopo” che si terrà, venerdì 27 maggio 2022, nella Terza Torre della Regione Emilia-Romagna (Viale della Fiera, 8 – Bologna).

Al Convegno si potrà partecipare previa iscrizione on line:

 

Programma

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/05/23 08:55:00 GMT+1 ultima modifica 2022-05-24T12:15:34+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina