Geologia, sismica e suoli

ConCittadini, i progetti per l'anno scolastico 2015-2016

La collaborazione tra Servizio Geologico Sismico e dei Suoli e l'Assemblea Legislativa si rinnova con due nuovi progetti delle scuole coinvolte nel percorso conCittadini

L'educazione al rischio sismico e la conoscenza del territorio e del paesaggio dell'Emilia-Romagna sono i temi scelti dalle scuole che hanno chiesto la collaborazione del Servizio Geologico Sismico e dei Suoli per la realizzazione dei progetti presentati nell'ambito del percorso conCittadini .

conCittadini è un percorso progettuale promosso dall'Assemblea Legislativa, rivolto alle Scuole, agli Enti Locali, alle associazioni e istituzioni del territorio emiliano-romagnolo, che propone alle realtà giovanili organizzate e strutturate, e agli adulti interessati, di aderire a forme di incontro e scambio con le Istituzioni locali e regionali per la diffusione di buone pratiche di cittadinanza attiva. Il comitato promotore, che da quest'anno vede anche la partecipazione dell'Ufficio Scolastico Regionale per l'Emilia-Romagna e del Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio (DiPaSt) dell'Università di Bologna, ha individuato come temi di lavoro per le scuole la Memoria, i Diritti, la Legalità e il Patrimonio.

I progetti

Il Servizio Geologico Sismico e dei Suoli è stato invitato a dare il suo contributo a due progetti, inseriti nell'area del Patrimonio, che riguardano il rischio sismico (progetto REDUSE) e il ruolo del Museo Giardino Geologico “Sandra Forni” nella diffusione della conoscenza del territorio e del paesaggio dell'Emilia-Romgna (progetto “Passeggiando per Bologna”). La rete di partner che hanno aderito ai progetti è molto ampia e si rimanda al sito di conCittadini per gli approfondimenti.

Il progetto REDUSE  è promosso dalla rete RESISM (Rete per l'educazione sismica), nata tra istituzioni scolastiche nel gennaio 2015, per la promozione e diffusione di buone pratiche per la riduzione del rischio sismico. La rete coinvolge, a oggi, otto istituti superiori dell'Emilia-Romagna e tre della Toscana e ha come capofila l'Istituto di Istruzione Superiore Aldini. Valeriani-Sirani di Bologna. Obiettivo del progetto è di attuare il diritto dei cittadini alla conoscenza del rischio sismico e di diffondere consapevolezza su questo tema per meglio concorrere alla riduzione dello stesso rischio. Lo strumento scelto, per diffondere questa conoscenza, è la mostra itinerante dal titolo "Io non tremo …seguo il riccio! Liberi di conoscere e convivere con il terremoto". Il progetto permetterà di identificare, grazie al contributo dei ragazzi e delle ragazze degli Istituti che hanno aderito al percorso, strumenti, comportamenti, procedure e buone pratiche per una riduzione del rischio sismico, che possano essere diffusi e trasmessi alle altre scuole e alla cittadinanza.

Il progetto “Passeggiando per Bologna.... il Museo Diffuso da Carducci al Fiera District" intende avvicinare in modo attivo e consapevole i nuovi cittadini del CPIA Metropolitano di Bologna ad alcuni luoghi della città di Bologna. L'obiettivo finale del progetto è quello di proporre la costituzione di un Museo Diffuso che coinvolga il Museo Giardino geologico, il Centro Alberto Manzi e l'Assemblea Legislativa stessa con la sua attività di visite guidate e di "casa dei cittadini". Un museo che con le parole istruzione, territorio, cittadinanza possa diventare diventi un riferimento per chi si occupa di integrazione e cittadinanza. Conoscere questi luoghi significa avvicinare i nuovi cittadini alle istituzioni, renderli consapevoli dei propri diritti, cittadini attivi, più sensibili e attenti alla cura del patrimonio storico-culturale e ambientale, capaci di dare un contributo alla collettività riguardo la conoscenza e la valorizzazione di questo Patrimonio e della Storia che ce lo ha consegnato.

 

Il contributo del Servizio Geologico Sismico e dei Suoli

2016- scuola in visita al giardino Dall'esperienza positiva dell'anno scorso con il progetto Territorio Identità Memoria , si è deciso di mutuare la pratica della mappa interattiva come strumento di sintesi e gestione dei documenti prodotti dai ragazzi e dalle ragazze. Tutta la documentazione prodotta nel corso del progetto verrà organizzata in un sito interattivo dove in una mappa navigabile saranno riportati i punti più significativi del territorio esplorato dai progetti; a ciascun punto saranno associati i contenuti elaborati dai/lle ragazzi/e (testi, foto, disegni, video…). La mappa e i contenuti associati potranno essere fruiti tramite PC e smartphone grazie alla lettura di un codice QR.

Inoltre, il Servizio mette a disposizione delle scuole sia l'offerta didattica collegata all'attività del Museo Giardino Geologico “Sandra Forni” sia le competenze dei propri collaboratori per approfondimenti sui temi di interesse. 

Documenti

 locandina della visita-lezione-laboratorio con il CPIA metropolitano di Bologna (pdf553.08 KB)

Links

 

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina