Geologia, sismica e suoli

Carbonio organico

Contenuto di carbonio organico dei suoli regionali a varie profondità: documenti e cartografia

Ciclo carbonio (jpg, 71.77 KB)

Il carbonio organico costituisce circa il 58% della sostanza organica presente nei suoli. Questa a sua volta è composta da organismi una volta viventi: resti di piante ed animali in vari stadi di decomposizione, cellule o tessuti e da sostanze prodotte o rielaborate dalle radici delle piante e dai microrganismi presenti nel suolo.

Il ciclo della sostanza organica è estremamente complesso perché formato da un insieme di vari cicli più semplici. In prima posizione vi è il ciclo del carbonio che vede l’utilizzazione da parte della vegetazione dell’energia solare e della CO2 presente nell’atmosfera (da A. Giordano, Pedologia. UTET 1999).

La presenza della sostanza organica influenza enormemente la fertilità chimica, fisica e biologica dei suoli, oltre ad essere parte integrante dei cicli bio-geo-chimici degli ecosistemi terrestri; essa svolge numerose funzioni:

  • è fonte di energia per i microrganismi del suolo;
  • conserva e fornisce nutrienti necessari alla crescita vegetale e dei microrganismi;
  • trattiene gli elementi nutritivi grazie alla sua capacità di scambio cationica ed anionica;
  • stabilizza e trattiene insieme le particelle di suolo riducendo i fenomeni di erosione;
  • migliora la struttura, rendendola sempre più grumosa, e conseguentemente la porosità, la densità apparente, la permeabilità, regolando i flussi idrici superficiali e profondi;
  • riduce gli effetti negativi sull’ambiente di fitofarmaci, metalli pesanti e molti altri inquinanti.

La sostanza organica, agendo sulla struttura, riduce la formazione di croste superficiali, aumenta la velocità di infiltrazione dell’acqua, riduce lo scorrimento superficiale e facilita la penetrazione delle radici vegetali.

A queste funzioni si deve aggiunge anche la capacità di sottrarre carbonio dall’atmosfera; la CO2 viene fissata dall’attività fotosintetica delle piante e da queste, attraverso i residui vegetali e gli essudati radicali, viene accumulata nel suolo sotto forma di sostanza organica più o meno umidificata. Da qui il riconoscimento, da parte delle convenzioni internazionali su desertificazione (Parigi, 1994), cambiamento climatico e biodiversità (Rio de Janeiro, 1992), del ruolo svolto dal suolo nel ciclo del carbonio.

La Commissione Europea nella “Strategia tematica per la protezione del suolo” (COM2006/231) individua nella diminuzione del contenuto di carbonio organico nei suoli una grave minaccia ed un elemento di degrado del suolo e pone come obiettivo del 7° programma di azione per l’ambiente (7°PAA, Decisione N.1386/2013/UE) “un mondo esente dal degrado del suolo nel contesto dello sviluppo sostenibile”; in coerenza con tale obiettivo identifica nella Pianificazione Agricola Comune (Reg.UE n. 1306/2013).

La conoscenza del contenuto attuale di carbonio organico dei suoli permette non solo di valutare lo stato qualitativo dei suoli ma anche di stimarne i potenziali di accumulo o perdita in seguito a variazioni d’uso o a modifiche di gestione.

Il servizio Geologico Sismico e dei Suoli ha elaborato e predisposto una serie di cartografie che descrivono il contenuto di carbonio organico nei suoli regionali allo scopo di orientarne la gestione e le politiche di protezione e conservazione.

In particolare sono disponili:

  • carte del contenuto % di carbonio organico con riferimento allo strato superficiale 0-30 cm con scala di rappresentazione 1:50.000 per la pianura e 1:250.000 per l’Appennino. Il contenuto % fornisce indicazioni sullo stato di fertilità dei suoli e, influenzando molte proprietà fisiche-chimiche del suolo, è un parametro utilizzato nei modelli di simulazione (es.: stima del bilancio idrico);
  • carte del carbonio organico immagazzinato nei suoli (carbon stock) in Mg*ha nello strato 0-30 e 0-100 cm, con scala di rappresentazione 1:50.000 per i suoli di pianura, 1:250.000 per i suoli dell’Appennino. Questo parametro fornisce indicazioni sulla quantità di carbonio organico e quindi di CO2 attualmente presente nei suoli della regione Emilia-Romagna da cui si può stimare la capacità di potenziale accumulo o perdita di CO2 in seguito a cambiamenti d’uso o a diversa gestione agronomica dei suoli. Lo strato 0-30 cm è stato (2020) assemblato per l’intera regione su maglia 500 m x 500 m, includendo anche la Val Marecchia che prima ne era esclusa;
  • carta della dotazione in sostanza organica dei suoli di pianura per lo strato 0-30 cm. Descrive in termini qualitativi, con 4 classi, il contenuto di sostanza organica in funzione della tessitura del suolo. Questo tipo di valutazione è utilizzata nei Disciplinari di Produzione Integrata (D.P.I.) della regione Emilia-Romagna per orientare la concimazione organica con lo scopo di migliorare le qualità del suolo e le sue potenzialità produttive nel rispetto dell’ambiente.

Note illustrative

Carte disponibili

Contenuto Carbonio Organico (%). Strato 0-30 cm
Contenuto Carbonio Organico (%). Strato 0-30 cm
ingrandisci immagine (jpg, 957.59 KB)
Contenuto Carbonio Organico (%). Strato 0-30 cm.
Contenuto Carbonio Organico (%). Strato 0-30 cm
ingrandisci immagine

Contenuto Carbonio Organico (%). Strato 0-100 cm

Contenuto Carbonio Organico (%). Strato 0-100 cm
ingrandisci immagine (jpg, 1.13 MB)

fig2_2.jpg

Stock Carbonio Organico (Mg/ha). Strato 0-30 cm
ingrandisci immagine (jpg, 3.68 MB)

Stock Carbonio Organico (Mg/ha). Strato 0-100 cm

Stock Carbonio Organico (Mg/ha). Strato 0-100 cm
ingrandisci immagine (jpg, 1.01 MB)

Stock Carbonio Organico (Mg/ha). Strato 0-100 cm
Stock Carbonio Organico (Mg/ha). Strato 0-100 cm
ingrandisci immagine (jpg, 853.19 KB)
Dotazione di sostanza organica. Strato 0-30 cm

Dotazione di sostanza organica. Strato 0-30 cm
ingrandisci immagine (jpg, 1.17 MB) 

Cartografia interattiva

    • I suoli dell'Emilia-Romagna
      il sito mette a disposizione carte dei suoli dell'Emilia-Romagna a diverse scale e carte tematiche derivate attraverso l'applicazione Google Earth
    • Cartografia dei suoli
      il sito interattivo consente la consultazione e il download delle delineazioni della carta dei suoli 1:50.000 e dei siti rappresentativi locali. Presenta inoltre una selezione di carte tematiche e tematismi puntuali
  • Catalogo dei suoli dell’Emilia-Romagna
    il sito consente la consultazione delle delineazioni della carta dei suoli 1:50.000 e dei siti rappresentativi locali. Permette il riconoscimento dei suoli tramite un percorso guidato e la compilazione di un piano di concimazione. Presenta inoltre una selezione di carte tematiche.
  • Catalogo dei dati geografici 
    consultazione e download dei dati e metadati del patrimonio informativo georeferenziato (shapefiles) o delle tabelle in formato .txt o .xml. I dati sono disponibili anche in formato WMS (Web Map Service)

 

Documenti

 

A chi rivolgersi

Servizio Geologico Sismico dei Suoli

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina