Geologia, sismica e suoli

Terre e rocce da scavo

rocce da scavo

Il nuovo "Regolamento recante la disciplina semplificata della gestione delle terre e rocce da scavo" (DPR n.120/2017) definisce il suolo un materiale da scavo (Art.2, comma 1, lettera b). Questa normativa richiede la caratterizzazione ambientale del suolo per definire la sua natura giuridica di sottoprodotto o di rifiuto e conseguentemente la gestione.

In altri paesi europei il suolo dopo essere stato qualificato in termini ambientali viene utilizzato in modo separato dal sedimento per rigenerare aree urbane o periurbane ad uso verde nelle operazioni di desealing o per riempire le aree verdi di nuovi quartieri residenziali.

Nell’ambito del progetto SOS4LIFE sono state redatte da un gruppo interdisciplinare di tecnici regionali (Servizio Geologico Sismico e dei Suoli, Servizio della Pianificazione territoriale urbanistica trasporti e paesaggio), comunali (Comune di Forlì, Comune di San Lazzaro di Savena) e da ricercatori del CNR-IBE di Firenze le Linee guida per la rimozione, gestione e riapplicazione del topsoil con lo scopo di diffondere questa pratica anche in ambito regionale e nazionale.

Esse costituiscono un insieme di buone pratiche da utilizzare per una corretta gestione del suolo e per un corretto riutilizzo sia in ambito urbano e periurbano.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/08 11:38:00 GMT+1 ultima modifica 2019-10-08T12:56:49+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina