Parchi, foreste e Natura 2000

Norme del Parco

Parco regionale Valli del Cedra e del Parma
  • Logo Parco PIANO TERRITORIALE PARCO

Dopo l’istituzione ogni parco incomincia il suo cammino e il Piano Territoriale del Parco è lo strumento per definirne le scelte di assetto e utilizzo del territorio e delle sue risorse, che possono variare in misura anche sensibile rispetto al momento dell’istituzione, oltreché per delineare con maggiore precisione la sua identità e stabilire strategie e interventi prioritari.

Nella sua versione definitiva il piano approvato, oltre alle indagini preliminari, contiene il “Quadro conoscitivo” dell’area, la “Relazione illustrativa” che descrive il percorso compiuto e le previsioni di piano, le “Norme Tecniche di Attuazione”, una serie di elaborati cartografici di supporto, la Valutazione della Sostenibilità Ambientale e Territoriale degli effetti derivanti dall’attuazione delle scelte e delle attività del Piano (documento di Val.S.A.T., parere motivato e dichiarazione di sintesi sulla Val.S.A.T.), comprensiva in presenza di siti della Rete Natura 2000 del previsto studio d’incidenza.

Nei numerosi articoli delle norme, e nella cartografia collegata, sono tra le altre cose determinati il perimetro definitivo del parco, la sua suddivisione interna in zone a differente grado di tutela, le aree da destinare a uso pubblico e le infrastrutture previste, le disposizioni per la salvaguardia dei beni ambientali, naturali, paesistici e culturali e gli interventi di conservazione, restauro e riqualificazione da compiere, le modalità di fruizione del parco, le limitazioni e le regole per le attività produttive e di servizio consentite, gli immobili e i beni da acquisire.

 

Attualmente il Parco è in attesa dell’approvazione del Piano territoriale, vigono la perimetrazione provvisoria dei confini esterni e della zonazione interna e le norme di salvaguardia provvisorie definite nella rispettiva Legge istitutiva.

 

  • REGOLAMENTO
  1. Regolamento generale: il regolamento generale del Parco disciplina le attività consentite nelFoto Norme Parco e nell'area contigua e le loro modalità attuative in conformità alle previsioni, prescrizioni e direttive nel Piano del Parco. Attualmente non è approvato. 
  2. Regolamenti di settore: si possono prevedere regolamenti specifici di settore per singole materie o per particolari ambiti territoriali del parco, predisposti e approvati secondo le modalità previste per il regolamento generale.
    Regolamento per la gestione del sito Rete Natura 2000: SIC/ZPS IT 4020020
    (pdf134.17 KB)
    “crinale dell’Appennino parmense"
    (pdf134.17 KB)
    Il Regolamento specifico è valido su tutto il territorio del S.I.C./Z.P.S “Crinale dell’Appennino Parmense” (IT 4020020) ricadente nel territorio del Parco Regionale delle Valli del Cedra e del Parma. I contenuti sono stati estrapolati dalle Misure Specifiche di Conservazione e dal Piano di Gestione del SIC/ZPS “Crinale dell’Appennino Parmense”, redatti grazie alla Misura 323 Sottomisura 2 del Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 e approvati con Delibera di Comitato Esecutivo n. 93 del 19/12/2013 dell’Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale.
    Regolamento per la Gestione faunistico venatoria
    Regolamento per la pesca

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/02/01 16:20:00 GMT+2 ultima modifica 2017-02-01T17:42:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina