Parchi, foreste e Natura 2000

LAGO SANTO PARMENSE - LAGO SANTO MODENESE

foto: Dal Lago Santo parmense sulle cui rive troverete lo storico rifugio Mariotti, fra creste e praterie d'alta quota, punteggiate dai laghetti e dalle pozze che occupano gli avvallamenti lasciati da antichi ghiacciai arriverete a Prato Spilla. Il secondo giorno faticoso quanto il primo dal punto di vista ambientale è una delle più belle di tutto il percorso: i laghi Verdarolo, Scuro e Squincio, la piana dei Ghiaccioni, poi il Passo di Pietra Tagliata e infine le Sorgenti del Secchia poco prima di giungere del Passo del Cerreto. La terza tappa, piuttosto breve, vi porterà nella Valle dell’Inferno e poi alla base del M. La Nuda: con un comodo percorso in quota, arriverete al Passo di Pradarena. Il quarto giorno camminerete sempre in quota, toccando il M. Castellino che con i suoi 1952 m è il punto più alto dell’Alta Via dei Parchi; il panorama dal M. Cusna alle Alpi Apuane vi accompagnerà fino all’ampio valico di Lama Lite a poca distanza dal rifugio Battisti. La quinta tappa sarà una facile camminata in ambiente grandioso con arrivo all’antico ospizio di San Pellegrino in Alpe. L’ultimo giorno con una classica traversata arriverete al Lago Santo modenese, dominato dal selvaggio versante settentrionale del M. Giovo.


Tappe

1° giorno: tappa 2 Lago Santo Parmense - Prato Spilla
2° giorno: tappa 3 Prato Spilla - Passo del Cerreto
3° giorno: tappa 4 Passo del Cerreto - Passo Pradarena
4° giorno: tappa 5 Passo Pradarena - Lama Lite
5° giorno: tappa 6 Lama Lite - San Pellegrino in Alpe
6° giorno: tappa 7 San Pellegrino in Alpe - Lago Santo Modenese

Come arrivare al Lago Santo Parmense

Come tornare dal Lago Santo modenese

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/09/19 11:55:00 GMT+2 ultima modifica 2019-08-07T15:21:29+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina