sabato 22.09.2018
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

Applicazione della Direttiva "Habitat"

Anche nelle aree forestali vige l'applicazione della Direttiva comunitaria di tutela degli ambienti naturali

Roverella (Quercus pubescens) in ambiente rupestre. Foto Stefano Bassi, archivio personale In attuazione delle direttive comunitarie 79/409/CEE ("Uccelli") e 92/43/CEE ("Habitat") relative alla conservazione degli habitat naturali, della flora e della fauna selvatiche, la Regione Emilia-Romagna concorre all'istituzione e alla gestione della rete ecologica europea "Natura 2000", costituita dai Siti di Importanza Comunitaria (SIC) per la tutela degli ambienti naturali e dalle Zone di Protezione Speciale (ZPS) per la protezione dell'avifauna. Approfondimenti e cartografie di dettaglio sono consultabili nella sezione dedicata alla Rete Natura 2000 in Emilia-Romagna.

Le foreste sono la forma di copertura del suolo più diffusa della Rete Natura 2000 regionale. Ne occupano da sole poco meno della metà (43%), con oltre 110.000 ettari dei quali 36.500 (oltre un terzo) caratterizzati da habitat forestali di interesse comunitario.

Le numerose compagini forestali di interesse conservazionistico in regione ospitano specie vegetali o animali da tutelare e comprendono 23 tipi di habitat forestali d’interesse europeo (14 arborei e 9 arbustivi), dalle pinete costiere alle abieti-faggete, alle pinete appenniniche relitte di pino silvestre, localizzate dal parmense al bolognese, che sono le stazioni più meridionali della specie, disgiunte dall'areale alpino, autentici relitti delle fasi steppiche succedutesi in seguito all'ultima glaciazione. 

Gli strumenti di tutela

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/10/2011 — ultima modifica 26/03/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it