Parchi, foreste e Natura 2000

Tavole dendrometriche regionali

Formule per la determinazione del volume del fusto di singoli alberi (Tavole di cubatura per specie arboree) e di interi boschi (Tavole di popolamento per tipi forestali) in Emilia-Romagna, prodotte con la supervisione di ISAFA Trento sez. Biometria Forestale

Copertina della pubblicazione cartacea nei tipi della Collana Documenti studi e ricerche dell'Assessorato Ambiente. Archivio Servizio Parchi e Risorse forestali RER

 

La migliore conoscenza della massa legnosa costituisce il presupposto indispensabile per valutare correttamente la risorsa forestale in senso produttivo e in chiave ambientale.

Approvate in data 9 ottobre 2000, con determinazione dirigenziale n. 9584 (pdf, 8.28 KB), le Tavole dendrometriche regionali costituiscono lo strumento specifico per la realizzazione delle indagini campionarie necessarie alla determinazione della massa legnosa di singoli alberi o interi boschi presenti sul territorio collinare e montano dell'Emilia-Romagna.

Il loro impiego consente di misurare le masse legnose in modo univoco, con precisione e praticità, nell'ambito sia della pianificazione (piani di assestamento o di gestione forestale) sia della progettazione degli interventi di miglioramento o di utilizzazione boschiva.

 Lo studio è composto di due capitoli principali:

  • Tavole di cubatura per la determinazione del volume del fusto di singoli alberi;
  • Tavole di popolamento per la determinazione della massa legnosa dei boschi nei quali sono analizzati le principali specie arboree e i più diffusi tipi boschivi presenti in Emilia-Romagna. 

Misurazione del fusto a varie altezze col cavalletto finnico. Foto Stefano Bassi, archivio personalePur essendo concepite per l'utilizzo da parte di tecnici che operano nel settore, possono essere abbastanza facilmente consultate da tutti; esaminando ad esempio la tabella di pag. 8, è possibile scoprire che per raggiungere il metro cubo di legno, un fusto di abete del nostro Appennino alto 20 metri deve raggiungere il diametro a petto d'uomo di 37 cm, oppure che un bosco di abeti alti 20 metri (pag. 46) misura mediamente poco meno di 400 metri cubi di massa legnosa per ettaro: migliaia di ottime tavole da lavoro, ma anche centinaia di tonnellate di ossigeno prodotto e di anidride carbonica sottratte all'atmosfera.

Sulle analisi e regressioni costruite per le tavole di cubatura da Maria Luigia Maltoni e Giovanni Tabacchi della sezione di Biometria Forestale dell'Istituto Sperimentale di Alpicoltura ed Assestamento Forestale (ISAFA) di Trento e su quelle prodotte per le tavole di popolamento da Remo Bertani dello Studio RDM (Firenze), la Regione ha elaborato un documento in forma di manuale che illustra i modelli di previsione calcolati e ne dimostra l'elevata attendibilità statistica e la notevole rappresentatività campionaria.

Le Tavole, costruite su modelli di cubatura del fusto con cimale (come tali da considerarsi cormometriche), sono tutte a doppia entrata: applicando le formule o incrociando i valori in tabella, restituiscono volumi in dmc o mc a partire dai valori di diametro (o area basimetrica) e altezza della pianta (o statura del bosco).

Di seguito è possibile visualizzare e scaricare il manuale Tavole dendrometriche regionali (pdf, 1.38 MB), il cui testo contiene l'intero studio relativo alle Tavole dendrometriche realizzate, comprensivo di formule e tabelle dei risultati, note sul metodo, sulla precisione delle stime e sulle caratteristiche d'impiego, bibliografia e atto regionale d'approvazione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2011/11/02 13:05:00 GMT+2 ultima modifica 2015-06-09T13:56:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina